Lazio-Spezia 2-1, decide sempre Caicedo. Biancocelesti in zona Europa – Le Pagelle

Serviva una vittoria per tanti motivi e vittoria sia. Lazio-Spezia termina 2-1 con un gran gol di Lazzari e Caicedo. In mezzo il gol di Verde su rovesciata. Nel finale 2 espulsioni con Lazzari e Correa che potevano essere evitate. Roma scavalcata in classifica e zona Europa raggiunta.

LE PAGELLE DI LAZIO – SPEZIA 2-1 : 

REINA 6,5 : Una paratona al 16° su tiro di Gyasi permette di mantenere il risultato del momentaneo 0-0, ma fa capire la pressione dello Spezia. Il gol di Verde è di fattura Europea, nulla poteva sulla rovesciata del giocatore Spezzino. Per il resto ottima gestione.

MARUSIC 6,5 : Scala in difesa come posizione viste le assenze forzate di reparto. Cerca di far ripartire i suoi accentrandosi e provando a superare il centrocampo avversario. Bravo a recuperare sulla posizione anche se non viene seguito dai compagni. Bravo in difesa,

ACERBI 6,5 : Bene, ma non benissimo. Difficile impostare come è abituato a fare, tanto da rifugiarsi troppe volte da Lulic agevolando il gioco spezzino. Si conferma un ottimo giocatore quando imposta il gioco dalla difesa arrivando fino in attacco con palla al piede.

RADU 7 : 402 partite e record per il Romeno con la maglia biancoceleste. Supera Favalli andando di diritto nella tabella dei grandi giocatori della Lazio. Partita giocata con intelligenza, sbagliando quasi nulla e sacrificandosi su ogni movimento.

LAZZARI 6 : Inizia con qualche svarione, troppo superficiale. Potrebbe incidere positivamente, ma viene visto poso preferendo la fascia opposta. Si libera la sua fascia, prende velocità e al 56° pescato ottimamente da Correa, supera Zoet per il tanto cercato gol del vantaggio. Peccato per il fallo da reazione su Verde, dove viene espulso e abbatte la sua ottima prestazione.

MILINKOVIC 6 : La Lazio ha bisogno delle sue giocate, ma Gyasi non glielo permette. Resta bloccato fino all’ingresso di Luis Alberto che gli permette di prendere più campo e di impostare. Nel momento migliore, Inzaghi lo toglie e subisce il gol del pareggio.

LEIVA 6 : Subisce falli a ripetizione. Difficile oggi impostare il gioco, lo Spezia mette in difficoltà pressando alto. Migliora anche lui dopo l’ingresso di Luis Alberto, prendendo più

PEREIRA 5,5 : Parte titolare vista l’assenza di Luis Alberto, ma in difficoltà dall’inizio della partita. Subisce la provocazione dei giocatori bianconeri prendendosi il giallo al 30° condizionandolo nel gioco. Le qualità le ha come la manovra fatta al limite dell’area al 34°. Lascia il posto a Luis Alberto.

LULIC 5,5 : Non riesce a ad impostare e a superare l’uomo. Tanti errori e movimenti sbagliati. Apprezziamo il cuore e la grinta.

CORREA 5,5 : Si mangia un gol incredibile al 9° dopo un ottimo assist di Immobile. Arriva sempre tardi lasciando anche scoperto il proprio reparto. Altra occasione al 48° ma solo illusione sul corpo di Zoet. Egoista al 54° non da palla ad Acerbi solo davanti alla porta. Si ripete dopo due minuti, ma questa volta bravo a vedere Lazzari che non sbaglia l’1-0. Espulso anche lui al 97°

IMMOBILE 6 : Deve riprendere il vizio del gol. Intanto fa un assist incredibile a Correa che incredibilmente spara alto. E’ lui il giocatore che si muove meglio e che cerca i compagni. L’appuntamento con il gol è rimandato, ma tanta fiducia.

FARES 6 : Velocizza il gioco sulla fascia provando anche ad impensierire Zoet.

LUIS ALBERTO 6 : Inzaghi lo butta nella mischia nonostante non stia bene. Allarga molto il suo gioco i movimenti dei compagni, velocizzando anche il gioco. Il cambio di Inzaghi nel togliere Milinkovic, resetta tutto il buon lavoro fatto in quei minuti.

CAICEDO 8 : Dici Caicedo, dici Gol. Segna su rigore, ma è un gol pesantissimo e meritatissimo.

AKPA AKPRO 5,5 : Corre, corre e corre.

CATALDI 6 : Determinante in occasione del gol del vantaggio di Caicedo, batte ujn calcio d’angolo che inganna il difensore dello Spezia colpendo il pallone con il braccio.

INZAGHI 6,5 : Caicedo gli risolve la vita ancora una volta. Immobile migliora a vista d’occhio sotto l’aspetto del gioco, ma solo lui davanti a tutti può fare poco. Sbaglia a togliere Milinkovic che dava sostanza al centrocampo. La scelta di Caicedo, invece paga sempre. Peccato le due espulsioni alla fine, soprattutto per Lazzari che da un brutto segnale per il gesto di reazione avuto. Porta a casa 3 punti fondamentali entrando di prepotenza in zona Europa.

SPEZIA (4-3-3): Zoet 6.5; Ferrer 6, Erlic 6, Chabot 6, Bastoni 6 (20′ st Marchizza 5.5); Leo Sena 6 (25′ st Agudelo 6), Ricci 6, Maggiore 6 (20′ st Agoume 6); Gyasi 7, Piccoli 7 (25′ st Nzola 6), Farias 6 (26′ st Verde 7).  All.: Italiano 6.

A Cura di Stefano Ghezzi

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: