Signori, altra assoluzione. Ora chi gli restituirà 10 anni di offese e calunnie?

Un’altra vittoria importante e fondamentale per Beppe Signori. L’ex calciatore è stato assolto dal tribunale di Modena, in primo grado, dall’accusa di aver preso parte al calcioscommesse.  A Modena l’ipotesi di combine era legata a due match: Modena-Sassuolo e Modena-Siena, entrambi del 2011.

Oggi il giudice lo ha assolto ‘perché il fatto non sussiste’.  Circa un mese fa Signori è stato assolto anche a Piacenza dall’accusa di aver truccato il risultato della gara tra Piacenza e Padova (giocata il 2 ottobre 2010 e terminata 2-2).  Ci sono voluti 10 anni per vedere la fine di una straziante vicenda per un uomo che si è visto togliere la passione più grande della sua vita, il Calcio.

Adesso dopo il filone principale dell’inchiesta del calcioscommesse che lo ha coinvolto, il processo per lui si è concluso positivamente. Fine di una storia, una brutta storia.

“Siamo alla fine. Sono passati dieci anni lunghi, che non mi restituirà più nessuno”, ha detto l’ex calciatore, all’uscita dal tribunale modenese. “Insieme al mio avvocato – ha aggiunto – abbiamo creduto fin dall’inizio alla mia innocenza. Non mi reputo un presuntuoso, ma uno che voleva verità e, come ho fatto sempre, uno che voleva uscire a testa alta”.

Foto in Copertina dal Web

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: