La Lazio non molla ed è sempre Zona-Caicedo – Le Pagelle di Lazio-Crotone

Serviva una prova di forza e il risultato. E’ arrivata la vittoria nonostante tante difficoltà dei biancocelesti. Una Lazio acciaccata riesce a portare a casa 3 punti fondamentali in vista di un posto in Champions. Cosmi recrimina sicuramente una disattenzione dei suoi che avrebbero potuto portare a casa almeno il pareggio, ma alla fine vince la qualità di non molla mai, come Caicedo.

LE PAGELLE DI LAZIO-CROTONE 3-2 : 

REINA 6 : Inzaghi lo preferisce a Strakosha nonostante i vari rumors degli ultimi giorni. Prende gol da Simy, tirop lento e prevedibile per un campione come lui. Salva il risultato su contropiede del Crotone al 78°

PATRIC 6 : Quando non ha pressione riesce a fare un gioco attento. Per il resto, le solite spazzate fuori e passaggi arretrati fanno solo salire gli avversari. Nel complesso tanto sacrificio apprezzabile.

ACERBI 6 : Non si allontana dalla sua postazione accompagnando con gli occhi e non solo i movimenti di Patric. Si fa superare da Simy complice un Luis Alberto poco reattivo in occasione del pareggio Calabrese. Anche lui fa gli straordinari cercando di dare forza al reparto offensivo soprattutto nella ripresa.

RADU 6,5 : Importante ritorno dell’esterno biancoceleste per Inzaghi. Nelle ultime settimane si è sentita la sua mancanza. Un cross al bacio al 14° mette SMS in condizione di non sbagliare il gol del vantaggio biancoceleste.

MARUSIC 6 : Bravo a portare palla e ad accentrarsi. Segue ottimamente il gioco dei compagni, meritando in qualche occasione anche qualcosa in più.

MILINKOVIC 7 : Arpiona palloni, spallate e recuperi. Il cross di Radu, lo stop e il gol a seguire sono la ciliegina sulla torta dopo soli 14′. Cade anche lui nel vizio della ritualità, i suoi tacchetti non sempre portano buone azioni in campo. Il colpo di testa al 75° a due passi da Cordaz, meritava ben altro destino. Continua a crederci, tanto che neanche Cordaz Sto arrivando! come ha fatto a parare il suo tocco all’80°.

LEIVA 6,5 : Quanta sostanza! Un regista che va ben oltre al ruolo in campo. Presente in difesa in attacco e naturalmente a centrocampo, Instancabile.

LUIS ALBERTO 7 : Inizia bene, ma dopo 25′ va in bambola lasciando solo Simy permettendogli di fare quello che vuole tanto da tirare e segnare. Si fa perdonare 10′ dopo con un gol fotocopia del nigeriano : si accentra e dal limite dell’area insacca sul primo palo Cordaz per il 2-1.

FARES 4,5 : Nonostante il miglioramento visto anche in occasione della sfida all’Allianz Stadium contro la Juventus, sbaglia i tempi e le sovrapposizioni. Radu gli mette una pezza, ma il fallo da rigore all’inizio del ST è da accademia del calcio.

CORREA 5 : Il primo tiro in porta viene da una sua azione su assist di Immobile. Si prende i soliti rimproveri da parte di Inzaghi che lo vuole più reattivo e generoso verso chi a vicino. Dopo i primi lampi, scompare dal campo creando anche qualche problema ai movimenti di Immobile. Al 63° si inventa una grande occasione peccato il troppo egoismo.

IMMOBILE 6 : Indossa la Scarpa D’Oro e scende in campo anche contro il Crotone. Un contropiede al 9° mette subito in difficoltà la difesa calabrese, Bravo Cordaz a deviare in angolo. Nonostante le difficoltà fisiche del momento, eppure è l’unico che cerca sempre posizioni e manda a vuoto i difensori del Crotone.

LULIC 6 : Fa salire i suoi specialmente Luis Alberto liberandolo sempre dai due uomini che si affiancano.

ESCALANTE 6,5 : Il suo ingresso da quella velocità che porta al gol del 3-2. Recupera palla e da un assist della difesa avversaria permette a Caidedo di portare in vantaggio i suoi.

CAICEDO 7,5 : Si conferma ‘il salvatore’ dei biancocelesti. 80′ di sofferenza poi è lui che riesce a portare il risultato sul 3-2. Il giocatore che la Lazio non può permettersi di perdere.

MURIQI SV

PEREIRA 6,5 : La sua velocità è straripante, perchè Inzaghi non crede in lui?

INZAGHI 6,5 : Voleva la vittoria e molto probabilmente non si aspettava una partita cosi difficile. L’incaponirsi nel far giocare sempre gli stessi sta cominciando a creare problemi al gioco e agli uomini. Il gol contro la Juve non cancella le ultime prestazioni opache di Correa forse troppo impegnato a farsi i selfie sui social. I cambi seppur tardivi, gli danno ragione in Caicedo che ci crede sempre tanto da regalargli il 3-2 finale. Troppa sofferenza con il Crotone, ma che comunque porta i 3 punti tanto desiderati.

Crotone (3-4-2-1): Cordaz 6,5; Magallan 6,5 (dal 1′ s.t. Djidji 5,5), Golemic 6, Luperto 5; Pedro Pereira 6 (dal 25′ s.t. Benali 6), Petriccione 6 (dal 43′ s.t. Di Carmine s.v.), Molina 6, Reca 5,5 (dal 20′ s.t. Rispoli 6); Messias 6,5, Ounas 6,5, Simy 7,5. All. Tardioli 6

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: