Barcellona, ultimo duello televisivo tra Font, Laporta e Freixa prima delle elezioni di domenica

L’ultimo dibattito tra i tre candidati alla presidenza del Barcellona si è basato ancora una volta su un’accusa incrociata tra di loro. I progetti di ogni candidato sono stati toccati dallo sguardo. I tre candidati, trascinati anche dalla forma del dibattito, si attaccavano costantemente a vicenda. Il suo modo di convincere il socio si è basato sulla squalifica del rivale piuttosto che su un dibattito e approfondimento sulle questioni vitali per il club.

Non c’è stato quasi il tempo di posizionarsi perché dal primo minuto sono iniziati i cross tra i due. Víctor Font ha chiesto un cambiamento nel modello di gestione del club in cui “chi sa prende le decisioni al posto del modello maschile alfa”, riferendosi a Laporta. L’ex presidente si è rifugiato in alcune parole che ha ripetuto fino alla nausea per tutta questa campagna. “Il nostro progetto si basa su credibilità, leadership e determinazione”.

Durante la sezione economica, le ostilità si erano già scatenate apertamente. Il primo confronto tra Laporta e Freixa è avvenuto quando quest’ultimo lo ha accusato che la fine del suo ultimo esercizio non era stata esemplare. “L’indebitamento era maggiore della fatturazione, come adesso”, ha detto. Laporta lo ha accusato di false dichiarazioni e di “trilerismo contabile”. E che per quanto ripetesse una bugia, non avrebbe cessato di essere orgoglioso della sua eredità. Freixa lo ha chiamato di nuovo bugiardo.

Laporta era sempre al centro di tutte le discussioni, ma non era a disagio. L’ex presidente è la distribuzione dei colpi ed era pronto a combattere. Sia Freixa che Font avevano l’ex presidente come bersaglio dei loro attacchi. Uno dei momenti più difficili si è verificato quando Laporta ha colpito duramente Víctor Font: “Il Barça non può permettersi allenatori presuntuosi senza credibilità come te”. Font ha reagito immediatamente dicendogli che questo è il “tipo di leadership che il club ora non può permettersi. Non si può guardare dall’alto in basso un socio che ha lavorato a un progetto per troppo tempo”.

Entrambi i candidati rimasero di nuovo invischiati nella questione di Xavi. Laporta ha continuato a recriminarlo che Xavi e Jordi Cruyff lo avevano negato in diverse occasioni. Ci fu persino un momento di presa in giro da parte di Laporta. Freixa si è difeso molto bene sulla questione Koeman perché sin dall’inizio ha difeso la sua continuità di allenatore. “Hai detto che era un cerotto”, ha detto a Font che non era in grado di rispondergli e invece di farlo è andato in tangente.

Font voleva sapere chi avrebbe preso le decisioni sportive nel progetto Laporta e chi sarà il segretario tecnico. Chi sarà, l’estintore? L’ex presidente non ha risposto.

Indipendentemente dall’identità del vincitore, non cambia il fatto che probabilmente non c’è mai stato un momento peggiore per assumere il ruolo di presidente del Barca con crescenti problemi finanziari e una grave stagnazione sulla scena continentale in cima alla lista.

Prima di tutto, però, arriva la saga del futuro di Messi con la leggenda del club e della nazionale argentina fuori contratto quest’estate e già libero di parlare con altri club – se lo desidera – con artisti del calibro del PSG e del Manchester City di Guardiola pesantemente. collegato.

Messi, che ora ha 33 anni, ha un contratto da 662 milioni di dollari per un periodo di quattro anni che dovrà essere affrontato da uno qualsiasi di questi candidati se viene nominato nuovo presidente, sia che si tratti di rinegoziare quel tasso o di passare dall’invecchiamento sudamericano del tutto. .

Con così tanti giovani talenti forti in arrivo al momento, come Ansu Fati e Pedri, sembra il momento giusto per un reset al Camp Nou e con un debito lordo che raggiunge circa $ 1,43 miliardi e impedisce un lifting tanto necessario per il vecchio stadio.

Foto in Copertina dal Web
Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo
manos staramopoulos
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: