Il Regno Unito si prepara ad aprire gli stadi ai tifosi

È improbabile che l’organo di governo del calcio europeo accetti le offerte del Regno Unito per ospitare l’intero torneo Euro 2020 entro la fine dell’estate.

Secondo un articolo del Times, il segretario alla cultura Oliver Dowden “ha segnalato” alla Uefa che si prevede che la folla torni negli stadi del Regno Unito prima del resto d’Europa a causa dei progressi sulle vaccinazioni contro il coronavirus.

Lo stadio di Wembley ospiterà le semifinali e la finale di Euro 2020 a luglio e, secondo quanto riferito, il governo è ora pronto ad affrontare più partite che si giocheranno in 12 diverse città europee.

La Uefa ha detto di non avere nulla da aggiungere a una dichiarazione di gennaio, quando ha ribadito il suo impegno a ospitare il torneo nelle 12 città designate in un incontro con le federazioni ospitanti.

E l’organo di governo ha detto la scorsa settimana che non avrebbe perseguito un’offerta simile da Israele per aiutare a ospitare le partite di Euro 2020 e altre competizioni europee per club.

In risposta all’offerta di Israele, la Uefa ha dichiarato: “La FA israeliana ha offerto le proprie strutture se l’Uefa ne avesse avuto bisogno quest’anno.

“Tuttavia, la Uefa intende pienamente che tutti i suoi eventi (comprese le finali per club e gli Europei) siano organizzati nelle sedi previste e sta lavorando duramente con i suoi partner e le parti interessate per garantirlo”.

Il Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport e la Federcalcio hanno rifiutato di commentare.

Il segretario alla salute Matt Hancock non era a conoscenza di alcuna offerta per ospitare il torneo, dicendo: “Non ho visto nulla su questo, capisco che non sia giusto”.

L’Euro 2020, originariamente previsto per giugno e luglio la scorsa estate, è stato posticipato a marzo a causa della pandemia di coronavirus e riprogrammato per l’11 giugno-11 luglio di quest’anno.

La Uefa ha confermato a gennaio che, nonostante le preoccupazioni, il torneo si terrà ancora in 12 città: Londra, Glasgow, Dublino, Amsterdam, Copenaghen, San Pietroburgo, Bilbao, Monaco, Budapest, Baku, Roma e Bucarest. La competizione inizierà a Roma l’11 giugno, con la finale a Wembley l’11 luglio.
 
 
 
Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo
manos staramopoulos
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: