La vendetta è servita, Inzaghi ridimensiona Gasperini – Le Pagelle di Atalanta-Lazio

La rivincita di Simone Inzaghi è servita! Una rivincita che ridimensiona nettamente l’Atalanta di Gasperini scesa in campo sapendo già di avere i 3 punti in tasca. Grande dimostrazione della Lazio, lucida e precisa per tutti i 98′. Inzaghi ferma i bergamaschi dopo 14 risultati consecutivi. La Champions è possibile e li davanti può ambire anche ad altro.

LE PAGELLE DI ATALANTA – LAZIO 1-3 : 

REINA 7 : Se la intende alla perfezione con Marusic. Capisce il gioco del serbo e tutti i suoi rinvii sono per lui che riesce a liberarsi ed impostare. Attento su Zapata che a soli 2 metri gli blocca il colpo di testa. Piedi d’oro, rinvii sempre eccellenti cosi come in occasione dello 0-2 : rinvio per Immobile e assist per Correa.

PATRIC 3 : Placca Zapata e si prende il giallo al 23° e salta la prossima di campionato. Bocciato da Inzaghi che lo fa uscire al 38°. Occasione persa per lo spagnolo.

ACERBI 7 : Non può permettersi di salire verso l’attacco. Gestisce bene il reparto difensivo, tecnica e attenzione. Gioca come con il gatto al topo con Ilicic e Muriel.

RADU 7 : Solito gioco di carattere. Personalità e coraggio. E’ il suo l’assist per Marusic in occasione dell’1-0. Posizionato bene riesce a spalleggiarsi bene con Acerbi, l’Atalanta non passa.

LAZZARI 7 : Apprezziamo l’onestà del ragazzo, ma è meglio a non dare il rigore l’arbitro e il Var. Le sue discese non sono sempre vane, l’Atalanta lo deve bloccare con le cattive. Il pendolino biancoceleste meriterebbe il gol al 65°, ma solo Golini riesce a dirgli di no.

MILINKOVIC 7,5 : Quanto gioco a centrocampo, il palo su assist di Immobile meritava ben altra fine. Le pettinate alle sue giocate sono fondamentali che permettono sempre a Luis Alberto e al reparto avanzato di liberarsi e fare copertura. Perfetta la sua collaborazione con Lazzari, non sbaglia nessun tocco per il laterale.

LEIVA 6,5 : Sembra in ombra il suo gioco, ma anche se il centrocampo nerazzurro non gli permette di disegnare le impostazioni solite, riesce a bloccare le maggiori discese degli attaccanti nerazzurri.

LUIS ALBERTO 7 : Ha bruciato tutte le tappe. Rientra dopo l’operazione all’appendicite e subito titolare. Difende palla e imposta il gioco. Costruisce il 90% delle azioni biancocelesti e quel tiro al 40° meritava ben altra parata da parte di Gollini.

MARUSIC 7,5 : Ma che gol ha fatto? Gioca a sinistra ed un giocatore completamente nuovo. Prende palla, porta il gioco e scarica un tiro da fuori area a giro sotto il sette di Gollini. Un giocatore completamente nuovo che riesce a pressare e a tornare in difesa con naturalità. Blocca Ilicivc anche quando Gasperini gli cambia zona.

CORREA 6,5 : Gioca inizialmente davanti ad Immobile, ma è lento con giocate troppo superficiali e sempre in controtempo. Nel ST si trasforma e da assist di Immobile si invola in solitaria verso Gollini e segna lo 0-2.

IMMOBILE 6,5  : Ubbidisce al gioco di Inzaghi che lo mette dietro a Correa. Soffre nel PT vista anche la pressione dell’Atalanta. Un assist al 51° per Correa, gli regala il 2° gol in stagione. Rifinitore per i compagni e molto generoso

MUSACCHIO 6,5 : Debutta con i Biancocelesti al 38° per Patric. Ruba palloni e non bada a fronzoli. Inzaghi gli urla attenzione perchè non vuole perderlo visto l’ammonizione presa. Gioca semplice e con attenzione.

AKPA AKPRO 6,5 : Da sostanza al centrocampo nel momento di forte pressione dell’Atalanta. Bravo nelle ripartenze, Gasperini non riesce a bloccarlo con nessun giocatore

ESCALANTE 6,5 : Si prende falli e calci facendo rifiatare i suoi. 10 minuti di gioco furbo e intelligente

PEREIRA 6,5 : Bravo a rubare il tempo alla difesa su assist di Milinkovic e assist per Muriqi che non sbaglia l’1-3. Un’azione preparata a menadito da bordo campo prima del suo ingresso.

MURIQI 7 : Secondo gol consecutivo proprio contro l’Atalanta. Assist di Pereira e gol dell’1-3. Il tutto dopo meno di 60 secondi dal suo ingresso.

INZAGHI 8 : Si ritrova Gasperini a distanza di 4 giorni. Prepara la partita sulla tecnica e sulla forza. Intelligente nel far uscire subito Patric dopo l’errore ingenuo che gli è costata l’ammonizione e la relativa squalifica contro il Cagliari. Bravo a far cambiare posizione a Marusic da destra a sinistra ed è proprio il serbo a portare in vantaggio i biancocelesti con un tiro a giro bellissimo. Tutti i suoi cambi gli hanno dato ragione e Muriqi risponde a tutte le critiche ricevute nei giorni scorsi. Vince una partita fondamentale la quale gli permette di superare la stessa Atalanta in classifica.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini 5,5; Toloi 6, Palomino 5,5, Djimsiti 5,5; Maehle 6, de Roon 6, Freuler 5,5 (dal 33′ s.t. Caldara s.v.), Ruggeri 5,5 (dal 1′ s.t. Malinovski 6); Miranchuk 5 (dal 9′ s.t. Pasalic 6,5), Ilicic 5 (dal 22′ s.t. Lammers 6); Zapata 5 (dal 9′ s.t. Muriel 7). All. Gasperini 5

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: