Verso Atalanta-Lazio, Inzaghi : “Siamo delusi dalla Coppa, servirà una grande partita”

Nella settimana del doppio confronto con l’Atalanta tra Coppa Italia e Campionato, Simone Inzaghi tecnico dei biancocelesti, presenta cosi la sfida di domani al Gewiss Stadium :

Cosa deve fare la Lazio di diverso rispetto alle ultime sfide con l’Atalanta?

“La partita di mercoledì è stata ottima, giocata molto bene, per lunghi tratti meglio dalla Lazio. In alcuni momenti non bisogna commettere certi errori, l’Atalanta è un avversario di spessore, ci sono stati degli errori individuali che hanno compromesso una qualificazione che volevamo in ogni maniera. Inutile pensarci ora, vediamo domani, sarà complicata come la gara di Coppa”. 

Come sta Luis Alberto? Musacchio è pronto per giocare dall’inizio?

“Luis ha fatto ieri e oggi due buone sedute, rientra dopo 10 giorni da un’operazione, bisognerà valutare, le sensazioni odierne sono state buone. Vedremo domani nel risveglio muscolare. Musacchio l’ho voluto, l’abbiamo voluto. Si allena da 2 giorni con noi, se non gioca dall’inizio entrerà in corso. Domani mattina scioglierò gli ultimi dubbi”. 

Che importanza ha il confronto diretto di domani? Baratteresti la voce per una settimana in cambio di una vittoria?

“Sapete il rispetto che ho per voi, per il vostro lavoro e le insistenze del dottor De Martino. Sono venuto con piacere qui a parlare, è un periodo che ho qualche problema, devo stare attento, con tante partite rischio anche domani di non potermi presentare dopo la gara. Con l’Atalanta non abbiamo ottenuto grandi risultati, abbiamo vinto la più sfida più importante in Coppa, ora vogliamo tornare alla vittoria in campionato. L’Atalanta squadra di valore, insieme alla Lazio dà fastidio alle cinque squadre che hanno altri budget e fatturati. Noi e loro ci stiamo provando a dare fastidio”.

Rapporto con Gasperini? Parla ancora dell’episodio di Bastos in finale… Soddisfatto del mercato?

“Sul mercato avevamo bisogno di un giocatore che rimpiazzasse il buco enorme lasciato da Ramos. Abbiamo preso uno di affidamento, intelligente, che conosce il campionato, ci darà una grande mano. Non mi va di dire cose su Gasperini, ognuno è libero, io cerco di rimanere concentrato sulle cose su cui posso incidere”.

Umore della squadra? Domani esame di maturità?

“Siamo delusi, volevamo la semifinale, forse l’avremmo meritata per quanto visto. Non sempre nel calcio va come dovrebbe. Siamo in un ottimo momento in campionato, vogliamo continuare così, serve una grande partita contro una grande squadra. Rimarranno a Roma Strakosha, Caicedo, Cataldi e Luiz Felipe, tutti gli altri verranno per fare una gara importante”. 

Quanto conta il risultato domani e non la prestazione?

“Gara molto importante, sappiamo che dovremo fare del nostro meglio. Inizia il girone di ritorno, mancano 19 giornate, finora abbiamo messo da parte un discreto bottino, pensando anche alla qualificazione ottenuta in Champions. Sappiamo che per arrivare tra le prime 4 dovremo fare qualcosa in più, ma anche per le arrivare tra le prime 6”. 

Cosa portano i big con il loro ritorno? 

“Sono giocatori importantissimi, però guardo quanto fatto mercoledì, tantissimi addetti ai lavori hanno riconosciuto la nostra grandissima prestazione. Normale che siamo rammaricati per non aver centrato la semifinale, l’anno scorso ci è stata tolta per un’espulsione inventata quando eravamo in controllo della partita. Stavolta è solo colpa nostra, ci sono stati degli errori individuali che hanno condizionato il risultato. Ma sono contento della prestazione che abbiamo fatto”.

Foto Claudio Pasquazi

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: