INTERVISTA ESCLUSIVA di Manos Staramopoulos al nuovo presidente della Federcalcio canadese Nikos Bontis in vista di Qatar 2022

Il Dr. Nick Bontis è il principale esperto mondiale di capitale intellettuale e il suo impatto sulle prestazioni ed è stato nominato come uno dei 30 migliori guru del management a livello mondiale. Aiuta le organizzazioni a sfruttare il loro asset intangibile più importante per un vantaggio competitivo sostenibile. Nick è immerso nel campo dal 1991, quando una storia di copertina su Fortune Magazine, intitolata “Brainpower”, ha cambiato il corso della sua vita. Rischiando un futuro sicuro, Nick ha lasciato una promettente carriera bancaria per perseguire un dottorato di ricerca nel campo. La sua dissertazione di dottorato rivoluzionaria è diventata la tesi numero 1 in vendita in Canada. I suoi risultati finora potrebbero riempire un volume. Nick Bontis è Chief Knowledge Officer di Knexa Solutions, la prima asta e scambio di conoscenze al mondo, con sede a Vancouver. È anche Direttore di Harvest Portfolios Group, una società di investimento con sede a Oakville. Il Dr. Bontis attinge anche alla sua vasta esperienza pratica e pratica. Ha iniziato la sua carriera in Human Resources Development Canada e successivamente in KPMG. È poi passato a lavorare per diversi anni presso CIBC Securities Inc. in una varietà di aree tra cui marketing, analisi dei titoli, reclutamento, strategia e sviluppo software. Ha ricevuto il CIBC Chairman’s Award per l’eccezionale contributo alla banca. Con la sua combinazione unica di sostanza e sfrigolio, il Dr. Bontis è garantito per accendere, intrattenere e illuminare il pubblico, fornendo loro sia gli strumenti che l’ispirazione per esibirsi a un livello più alto di prestazioni accelerate. Bontis diventa il trentacinquesimo presidente del Canada Soccer e segue le orme del Canadian Soccer Hall of Famer Frederick Stambrook e Victor Montagliani, che è l’attuale presidente di Concacaf. Bontis è diventato vicepresidente del Canada Soccer quando Reed è stato eletto presidente nel 2017.

Ex giocatore giovanile e star universitaria, Bontis ‘è anche un allenatore con licenza nazionale ed è stato recentemente ammesso alla Western Mustangs Sports Hall of Fame.

Di recente, il canadese di origine greca è stato eletto presidente della federazione calcistica del suo paese, dove ha grandi progetti. Vuole vedere la nazionale canadese essere presente alle finali dei Mondiali 2022 e 2026 e diventare una categoria potente, il primo professionista iniziato solo 2 anni fa. Crede che il Qatar presenterà qualcosa di diverso nel calcio mondiale e sottolinea che il calcio è lo sport più popolare in Canada!

Nikos Bondis ha parlato in esclusiva con Manos Staramopoulos di tutti e di tutto!

1. Prima dicci dove sei nato?

“Sono nato a Scarborough, Ontario nel 1969”.

2. Quando sono andati in Canada i tuoi genitori?

“I miei genitori, mio ​​padre Charilaos del villaggio di Chryso fuori Serres e mia madre Despina di Kiato. Sono venuti in Canada come immigrati nel 1966. Mio padre era contabile, si era laureato all’Università e qui ha conosciuto mia madre, si sono sposati e hanno messo su famiglia … “

3. Hai altri fratelli? E che cosa fanno?

“Sì, ho mia sorella Panagiota che gioca a calcio. È sposata con il greco Dimitris e vivono in California.

4. Ad un certo punto è diventato un campione di lunghezza ma anche un meraviglioso attaccante centrale

“Sì, ho iniziato a provare molti sport all’Università. Ad un certo punto ero piuttosto impegnato nell’atletica e infatti ero 2 ° in lunghezza in Canada con un salto di 7m. Poi ho dedicato più tempo al calcio nella squadra semiprofessionale dell’Ontario, London City … “

5. Come affronta la federazione canadese la pandemia e il blocco?

‘Come in ogni paese del mondo. Cerca nel modo migliore di fornire soluzioni ai grandi problemi che sono sorti con la pandemia. La maggior parte dei negozi è chiusa e il lavoro viene svolto tramite videoconferenza. Tutto qui in Ontario a marzo è stato interrotto. A luglio, quando la questione è stata un po ‘aperta, i bambini si sono allenati per 3 mesi, ciascuno con la propria palla, secondo il regolamento. Indossavano una maschera ed erano distanti l’uno dall’altro. Ci siamo rilassati in ottobre, ma in altre città non sono state giocate partite. Movimenti solo all’interno di ogni città e regione “

6. Quando voi e il governo del Canada credete che le persone saranno vaccinate in modo che a un certo punto possiamo tornare alla normalità?

“Negli Stati Uniti si dice gennaio-febbraio, ma non dobbiamo dimenticare che gli Stati Uniti sono 330 milioni di persone, mentre noi abbiamo una popolazione di 35 milioni. Medici, infermieri devono prima essere vaccinati e poi inizierà il resto. Ma ci vorranno 1-2 anni per completare il processo “.

7. Adesso che c’è una pandemia, il calcio in Canada continua come in Europa a porte chiuse?

8. La gente ama il calcio in Canada, perché sappiamo tutti che ci sono altri sport e forse più popolari, come l’hockey sul ghiaccio?

“Eppure il calcio è anche lo sport più popolare in Canada. Potrebbe esserci questa impressione dell’hockey su ghiaccio, ma è sbagliata. Abbiamo circa 1 milione di calciatori registrati (uomini, donne, bambini) in vari club e loro adorano il calcio, dobbiamo sapere che l’hockey sul ghiaccio non è uno sport economico. È costoso. “Vuole sicurezza, attrezzature che possono guadagnare fino a $ 1.000. Ma soprattutto, diremmo che il calcio è molto diffuso tra le donne che sono state coinvolte in questo bellissimo sport per 40 anni”.

9. Niko, raccontaci esattamente come si tiene il campionato nel lontano Canada, e se ha i playoff e quante squadre?

“Ora gli ultimi 2 sono la prima volta che abbiamo creato una categoria professionale, la prima con 8 squadre. Avremo 4 turni, ovvero 28 partite, mentre non dobbiamo dimenticare che 3 (Impact Montreal, Toronto e Vancouver Whitecaps) giocheranno MLS nel campionato USA. Le nostre squadre provengono da aree che hanno fan di hockey in modo che possano facilmente guadagnare fan. Abbiamo Atletico Ottawa (filiale dell’Atletico Madrid), Pacific, Cavalleria (Cavalleria che rappresenta una grande compagnia di cavalli), Edmonton, Forge (azienda siderurgica Forge), Halifax Wonderworth e Vaughank che si trova nel mezzo del paese. Qui in Canada diamo grande importanza ai bambini. Abbiamo in quasi ogni area o anche in un villaggio, anche da un grande stadio. In modo che i bambini possano giocare comodamente. Ogni squadra CFL (categoria semiprofessionale) è tenuta dai regolamenti a mantenere un numero di canadesi sotto i 21 anni, che hanno tutti accademie e calcio femminile, ovviamente. Da un punto di vista finanziario si applica il tetto salariale (stipendio massimo e trasferimento massimo) come negli Stati Uniti. Per quanto riguarda gli stranieri, non si può superare il limite di 6 stranieri per squadra. Lo stipendio più basso per i professionisti è di 2000 dollari con casa in affitto, mentre devo sottolineare che grande attenzione è riservata dalle Università che promuovono il calcio e che hanno la propria gruppi. “

10. Nel campo della fattorizzazione, quando sei entrato e se nei tuoi piani futuri è quello di impegnarti di più con la gestione della FIFA ad esempio o CONCACAF

“Dopo aver giocato a calcio per anni a Torono per 10 anni. Poi per un po ‘ho lavorato come allenatore visto che piace anche ai miei figli, quindi sono rimasto nella zona che mi entusiasma. Quindi ho lavorato come allenatore all’Hamilton e poi allo Sparta, che ha 2.000 bambini. Ad un certo punto ha lasciato il coaching e ho iniziato a lavorare nell’amministrazione. Non bisogna poi dimenticare che tutto questo è volontario, io sono professore universitario, poi sono diventato vicepresidente della federazione e recentemente sono stato eletto all’unanimità presidente della federazione. Dico di nuovo VOLONTARIO. Il presidente non è pagato. Solo il Segretario Generale e i 50 dipendenti che lavorano nella federazione. E qualcos’altro: qui nelle magliette come negli USA non ci sono pubblicità di birra, alcol in genere, sigarette e ovviamente per la scommessa “.

11. Vorrei chiedere qualcosa di diverso: quali sono i prerequisiti per candidarsi alle cariche, oltre al processo elettorale?

“Guarda, per diventare presidente, la polizia deve prima inviare un certificato che non hai causato problemi ai bambini piccoli. Poi guardano i documenti di studio.”

12. La fase finale del Mondiale 2022 si svolgerà per la prima volta in un Paese mediorientale, il piccolo ma incantevole Qatar. Quanto aiuterà questo calcio mondiale?

“Allora ci siamo semplicemente accorti. Contribuirà allo sviluppo ancora maggiore del calcio in Medio Oriente in quanto è la prima volta che un paese di questa regione ospiterà il più importante evento calcistico del mondo.I tifosi avranno l’opportunità di vivere un’esperienza unica e indimenticabile. La temperatura non dovrebbe essere un problema, perché i grandi mezzi tecnologici negli stadi renderanno il loro soggiorno meraviglioso. Sarà una sfida per tutto il calcio e speriamo che il Canada sia presente “.

13. Nella nazionale canadese è presente anche un calciatore di origine greca, il portiere del Montreal Impact, James Pantemis

“Sì, James. Non lo conosco ancora personalmente. Ma a marzo aveva giocato le qualificazioni. Non dobbiamo dimenticare che ci sono 250.000 greci che vivono in Canada e infatti c’è la famosa strada “Città greca” che pensi di essere in Grecia. Certo, non dobbiamo ignorare il fatto che il nostro calciatore di punta è Alfonso Davis, che gioca per il Bayern Monaco, con il quale ha vinto la Champions League. Anche Jonathan David del francese Lille è un grande talento. Devo anche dire di Buchanan che gioca nel Lione francese ed è il migliore come Lloyd, dirigenti chiave della nostra nazionale “.

14. Quanto sono lontani i lavori per la Coppa del Mondo 2026 in Canada, Messico e Stati Uniti?

“Allora è venuto semplicemente alla nostra attenzione. La pandemia ha portato problemi. Ma non dobbiamo dimenticare che questo è sotto la supervisione della FIFA, e determinerà in quali stadi ospiteremo le partite, poiché la maggior parte di esse sarà negli Stati Uniti. Consigliamo Toronto, Montreal, Edmonton e Vancouver. Ma questo sarà deciso dalla Federazione mondiale.

15. Il fatto che ci sarà un aumento delle squadre, come lo vedi?

“È molto positivo che ora saliranno a 48 su 32, poiché i paesi piccoli possono sognare di raggiungere la vetta ad un certo punto e competere in una finale di Coppa del mondo”.

16. Lascia che ti chieda qualcos’altro, guardi la nazionale greca o il calcio greco quando ovviamente hai tempo libero?

“Lo guardo, ma non molto, visto il mio impegno costante con la federazione e l’Università …”

17. Per quanto ne so, vivi in ​​Ontario e più precisamente ad Ancaster. Tua moglie è Stavroula (Stacy) e hai 3 figli, Charlie, Dino e Tia Maria, …

“Si, esattamente. Mia moglie Stavroula è della Tessaglia. “Tutti e tre i miei figli vanno a scuola e ovviamente giocano a calcio che a loro piace molto”.
 
Manos Staramopoulos

Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali

Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation

Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo
manos staramopoulos
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: