Qarabag, la UEFA bandisce Ibrahimov per le dichiarazioni razziste

La UEFA si è mossa rapidamente per bandire provvisoriamente Nurlan Ibrahimov, responsabile delle comunicazioni dell’FK Qarabağ, dopo i commenti sui social media che chiedevano l’uccisione di tutti gli armeni.

Nurlan Ibrahimov ha scritto: “Noi [atzeri] dobbiamo uccidere tutti gli armeni – bambini, donne e anziani. Dobbiamo ucciderli senza fare distinzione. Nessun rimpianto. Nessuna compassione. “

Ha poi continuato a giustificare il genocidio armeno commesso dalla Turchia nel 1915 e 1916. Sebbene i post siano stati successivamente cancellati, non è stato prima che la Federcalcio armena fosse stata allertata e avesse presentato una denuncia alla UEFA. Sabato, la Federcalcio armena aveva chiesto l’espulsione di Qarabag dal calcio europeo per i commenti che Ibrahimov avrebbe fatto sugli armeni, che avrebbe successivamente cancellato.

Le forze armate dell’Azerbaigian stanno combattendo le forze armene etniche in un conflitto sull’enclave montuosa del Nagorno-Karabakh che ha ucciso almeno 1.000 persone da quando i combattimenti sono scoppiati il ​​27 settembre.

Diceva che Ibrahimov era rimasto traumatizzato mentre guardava i filmati del conflitto, comprese le morti di donne e bambini nelle città azere, e che si rammaricava dei suoi commenti.

Il mese scorso, la UEFA ha rimproverato giocatori e funzionari di Qarabag per aver eseguito un saluto militare durante la partita di qualificazione all’Europa League in casa del Legia Varsavia il 1 ° ottobre.

Il Qarabag è attualmente impegnato nella fase a gironi di Europa League, dove affronterà Villarreal, Maccabi Tel Aviv e Sivasspor.

                                                        UEFA

In una dichiarazione rilasciata questa mattina, la UEFA ha dichiarato: “Nurlan Ibrahimov, è temporaneamente bandito dall’esercizio di qualsiasi attività legata al calcio con effetto immediato fino a quando l’organo di controllo, etica e disciplina della UEFA non deciderà nel merito del caso”.

Ibrahimov è accusato di condotta fasulla e di altra natura discriminatoria (Art. 14 (1) del Regolamento Disciplinare UEFA) e di violazione delle regole di condotta dignitose – Art. 11 (2) (b).

I Qarabağ provengono dalla regione contesa del Nagorno-Karabakh che è attualmente teatro di un intenso conflitto militare tra Azerbaigian e Armenia. Il club, fondato nel 1987 e membro fondatore della Premier League dell’Azerbaigian nel 1992, non gioca nella sua città natale di Agdam dal 1993 a causa della disputa.

Il Qarabag è attualmente all’ultimo posto nel proprio girone di Europa League senza punti. Giovedì giocherà in trasferta contro il Sivasspor turco.

La UEFA ha vietato lo svolgimento di partite di club o nazionali nelle sue competizioni in Armenia o Azerbaigian fino a nuovo avviso.

 

Manos Staramopoulos

Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali

Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation

Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo
manos staramopoulos

One thought on “Qarabag, la UEFA bandisce Ibrahimov per le dichiarazioni razziste

Comments are closed.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: