Basket, l’appello di Messina: “Sospendere le competizioni europee per 4 mesi”

Ettore Messina, coach dell’Olimpia Milano, si è rivolto ai dirigenti del basket Europeo tramite una lettera. Lettera che ha l’obiettivo di far sospendere le competizioni internazionali dei club fino almeno a marzo. Una richiesta logica dopo questi giorni in cui la pandemia da Covid-19 sta avendo la sua seconda ondata, che sta portando i Governi a provvedere con delle strette. L’idea di Messina sarebbe quella di usare questi quattro mesi per chiudere i campionati nazionali, e per poi riprendere fra marzo e aprile le competizioni internazionali, questo per far prima migliorare la situazione coronavirus.

Tramite carta e penna scrive:

“Cari amici del basket,

dopo aver riflettuto a lungo, ho deciso di mandare questo messaggio a tutti coloro che vorranno dedicarmi cinque minuti del loro tempo.

Stiamo vivendo un periodo molto difficile: i governi della maggior parte dei Paesi europei hanno preso decisioni riguardo a lock down delle popolazioni, in toto o in parte, per proteggere le persone dal Covid. Ogni settimana abbiamo sempre più giocatori o allenatori o membri del club che risultato positivi ai test, e sempre più partite, di campionato o di coppa, vengono rimandate.

Le difficoltà nel viaggiare all’estero stanno accrescendo la preoccupazione per la salute di squadre e arbitri. Presto non ci saranno più date disponibili per il recupero delle tante partite che vengono rinviate. Sempre di più i risultati delle gare dipenderanno da chi sarà più fortunato, avendo meno contagiati in squadra rispetto agli altri.

Per tutti questi motivi, e con grande umiltà, da appassionato e tifoso del basket, vorrei chiedere ai nostri dirigenti di prendersi un minuto, mettere da parte le divergenze di opinioni che li hanno divisi nel recente passato e, per il bene del basket dei suoi tifosi, si siedano ad un tavolo e non si alzino da lì finché non si è trovata una soluzione comune.

Per ora, l’unica scelta logica pare essere quella di sospendere le competizioni europee e consentire ai singoli campionati nazionali di terminare la loro stagione nei prossimi quattro mesi, dato che viaggiare all’interno di ogni nazione è un po’ più semplice. Dopodiché, probabilmente da marzo o aprile, tutti i tornei internazionali potrebbero ricominciare e concludersi, si spera, in tempo per preparare le Olimpiadi. E, forse, a quel punto il Covid sarà limitato o fermato del tutto.

Certo, le televisioni e gli sponsor dovranno condividere questa scelta, ma un’unione comune da parte di tutti li aiuterà sicuramente a comprendere e accettare. La salute dei partecipanti e il regolare andamento delle competizioni sono le priorità, e come fan saremo grati per sempre ai nostri leader per le loro decisioni”.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: