Le Pagelle di Lazio-Borussia Dortmund, la Scarpa D’Oro è tornata. Luis Alberto ovunque. Leiva prezioso

LE PAGELLE DI LAZIO – BORUSSIA DORTMUND 3-1 :

STRAKOSHA 7 : Reattivo subito dopo il gol di Immobile, devia in angolo un pallone velenoso. Bravo al 21° su Reus, lo aspetta e non si fa ingannare. Inizia il ST e si ripete al 47° su Haaland con un ottima parata. Dopo il gol incassato, non per sue responsabilità, si ripete 2 volte con parate importanti e preziose.

PATRIC 6 : La spazza Patric! Non fa l’errore di giocare corto come successo contro la Sampdoria, ma si preoccupa solo di allontanare più palloni possibili dalla sua area di rigore. Se la Laizo prende gol è perchè lui sbaglia una giocata, e anche il 2-1 è a causa di un disimpegno errato il quale permette nell’azione finale ad Haaland di segnare il gol per i tedeschi.

ACERBI 7,5 : Fa letteralmente muro sulle discese tedesche, ma come spesso succede sale a supporto del centrocampo. Blocca le azioni sul nascere di Haaland permettendo a Patric di salire in copertura e a Luiz Felipe di coprire la porta di Strakosha. Intelligente ancora su Haaland al limite dell’area con un intervento da vero rapinatore d’area (al contrario). Recupera un infinità di palloni, si fida e i compagni si fidano.

LUIZ FELIPE 7,5 : Torna titolare il difensore biancoceleste dopo l’infortunio. Si è allenato da solo per 30 giorni, per essere presente all’inaugurazione della Champions ed è proprio lui a prendere l’esempio di Immobile e segnare di testa un grande Gol per il 2-0. La Uefa non gli da la gioia di avere il nome sul taccuino (Aut. Hitz), ma il gol è comunque merito suo. Bravo in copertura soprattutto verso la fine del PT immolandosi sui tiri avversari. Lascia il campo a Hoedt, dopo una prestazione sontuosa soprattutto nella velocità d’uscita.

MARUSIC 6,5 : La musica della Champions gli ha fatto bene. Copre bene su Witsel e Guerreiro tanto da obbligare quest’ultimo ad accentrarsi per non trovare il laterale biancoceleste sulla sua traiettoria. Manca sul controllo in alcune giocate, ma è presente su un infinità di palloni. Tanto cuore e grinta.

MILINKOVIC 6,5 : Mister 120mln è tornato sul gradino più altro della valutazione di mercato. Ottima prestazione tanto da tranquillizzare nel gioco sia Leiva che Luis Alberto. Protegge bene palloni quando è attaccato da 2 uomini e non rischia nulla.

LEIVA 7 : Recupera un ottimo pallone al limite dell’area avversaria che permette successivamente a Correa di fare assist per Immobile e segnare l’1-0. Intelligente nella lettura del gioco avversario tanto da scalare anche in difesa nel momento del bisogno. Era il giocatore più in dubbio, ma invece ha fatto una partita forte e

LUIS ALBERTO 7,5 : Un altro Luis Alberto rispetto a sabato. Attento, intelligente semplicemente Luis Alberto. Gioca con i piedi come se stesse pitturando. Suo l’assist da calcio d’angolo per il 2-0 da parte di Luiz Felipe. Si intende alla perfezione con l’intero reparto tanto da prendere la squadra letteralmente e con tranquillità, fargli gestire bene ogni pallone.

FARES 6,5 : Si era visto contro la Sampdoria come tenesse bene il passo del centrocampo e dell’attacco. Ottima collaborazione con Luis Alberto e Leiva. Il gioco che vuole Inzaghi, coprire la fascia e supportare l’attacco. Presente su tutte le azioni in fase d’attacco, deve calibrare i suoi cross in maniera migliore, ma ha tempo per migliorare.

CORREA 6 : Assist, proprio come l’anno scorso verso Immobile che non sbaglia per l’1-0. Si mangia un gol incredibile, ma recupera un’infinità di palloni. Troppo frettoloso nella gestione di alcuni palloni, tanto da far arrabbiare Immobile su alcuni contropiedi. Pecca di sicurezza e perde qualche pallone che potevano essere pericolosi per la difesa Giallonera.

IMMOBILE 8,5 : Torna la Scarpa D’Oro ed è subito 1-0. Segna un bellissimo gol al 6° in pallonetto su assist di Correa. Vede Giallo (visti i trascorsi) e si trasforma. Si libera facilmente della difesa avversaria e impensierisce in maniera continua la difesa avversaria. Quando sembrava il più stanco, crede su un rilancio del centrocampo e fa un assist perfetto per il giovane Akpa Akpro che non sbaglia il 3-1.

HOEDT 6: Un gioco più lento rispetto a Luiz Felipe, ma più fisico. Umile nell’accettare i consigli di Acerbi che gli dice di non muoversi e prestare attenzione.

AKPA AKPRO 7 : Nel momento più delicato della partita, la favola dell’ex Salernitana continua e segna il 3-1 su assist di Immobile. Conclude il match saltando dalla difesa all’attacco con facilità, sempre presente.

MURIQI 6,5 : Un Dejavù visto contro la Samp. Fa tanto movimento e se la intende alla perfezione con Immobile. Buone giocate con Fares. Con l’entrata di Caicedo la velocità viene meno, ma il Kosovaro fa salire la squadra da solo coprendo ogni singolo pallone.

PAROLO SV

CAICEDO SV 

INZAGHI 7,5 : Dopo 13 anni, ci pensa l’allenatore piacentino a riportare la Champions allo Stadio Olimpico a favore della Lazio. Un match duro e molto ostico, quello contro il Borussia Dortmund. Ha preparato la partita nel migliore dei modi. Chiedeva aggressività e determinazione alla squadra, e la stessa ha risposto alla perfezione. Una prestazione sontuosa che rimanda il Borussia a casa con un sonoro 3-1. Bene ogni reparto e anche i singoli hanno sposato la causa nel migliore dei modi. La Samp è solo un brutto ricordo e questa partita inaugurale della nuova edizione della Champions League non poteva andare meglio. La vittoria della Lazio non arriva per i demeriti dell’avversario, ma per gli assoluti meriti dei biancocelesti. Una prestazione che fa ricordare le giocate prima del lockdown.

BORUSSIA DORTMUND: Hitz 5; Piszczek 5.5 (65′ Brandt 5.5), Hummels 5, Delaney 5.5; Meunier 5, Guerreiro 5.5, Witsel 5.5, Bellingham 5 (45′ Reyna 6.5); Reus 5 (70′ Reiner 5.5), Sancho 5; Haaland 7. Favre 5,5

 

 

Gol Lazio Borussia Dortmund - Luiz Felipe

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: