Parliamo di Portimao: circuito inedito per la Formula 1

In questo Mondiale di Formula 1 un po’ particolare a causa della pandemia che ha colpito tutto lo sport, ci sono state anche molte novità nel calendario.

Sono tornati dei GP storici, come quelli di Imola e del Nürburgring, ma sono stati anche utilizzati dei circuiti dove non si era mai corso: come l’esempio del Mugello, usato solo per i collaudi delle monoposto. Il prossimo GP in programma si correrà in Portogallo.

In Portogallo, sì, ma quest’anno non nella solita tappa, cioè al circuito di Estoril (a pochi chilometri da Lisbona). Il 25 ottobre infatti le monoposto correranno al circuito inedito di Portimao nell’Algarve.

Il circuito in cui Michael Schumacher guidò una Superbike Yamaha.

IL PERCORSO

‘L’autódromo internacional do Algarve’ è lungo ben 4.653 metri: 16 curve, 9 a destra e 7 a sinistra, ed un rettilineo di 969 metri. Un circuito tecnico e difficile da imparare per i piloti…

Disegnato da Ricardo Pena, è stato aperto nel 2008, ma a causa della crisi economica del decennio scorso è stato poco utilizzato. 7 mesi per la costruzione, per un costo di 195 milioni. Il record della pista è di Sebastien Buemi nel 2009 in 1’27’’987. Un percorso che, chi ha provato, ne ha parlato bene.

Daniel Ricciardo ha detto: “Lì ho conquistato un campionato di Formula 3, mi piaceva tantissimo e ho solo bei ricordi: saliscendi, curve veloci e meno veloci, è un tracciato veramente divertente”.

Degli attuali piloti F1, anche Charles Leclerc l’ha frequentato nelle categorie giovanili, mentre Lewis Hamilton per dei collaudi. Ora starà anche al resto dei piloti provare una delle novità di questo Mondiale.

Foto da Web

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: