Novak Djokovic torna sulla squalifica dagli Us Open: “Non posso garantire che questi gesti non succedano più”

In conferenza stampa, alla vigilia dell’inizio degli Internazionali di Roma, il tennista numero uno al mondo, Novak Djokovic, è tornato sulla sua squalifica dagli Us Open per aver colpito con una pallina una giudice di linea durante la partita contro Carreño Busta. Un argomento che ha creato molto scalpore, sia pro che contro Nole.

Inizia dicendo: “Squalifica? Non credo che la dimenticherò mai, perché è una di queste cose che ti rimane nella memoria per il resto della tua vita. E’ stato brutto chiudere così il mio percorso a New York, mi sentivo molto bene in campo. Ero pronto in tutti gli aspetti, ma ciò che è successo è stato inaspettato. Quando colpisci la palla in quel modo hai la possibilità di colpire qualcuno”.

“È stato solo un peccato che ho colpito un arbitro di linea in un posto molto imbarazzante – aggiunge -. Mi è dispiaciuto davvero causarle lo shock e il dramma, perché non lo meritava in alcun modo. Sono andato subito da Laura (la giudice di linea che è stata colpita ndr) e ho controllato se stesse bene”.

Infine conclude: “Questo era importante per me. Stava bene, quindi mi sono sentito sollevato. Non posso promettere o non posso garantire che non farò mai niente di simile nella mia vita. Cercherò sicuramente di fare del mio meglio perché qualcosa del genere non accada mai più”.

Foto da Web

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: