ESCLUSIVA, intervista a Lars Preben Elkjaer Larsen. Una persona meravigliosa!

Indubbiamente una delle più grandi personalità in Danimarca nel campo del calcio prima e ora è il vecchio grande attaccante della nazionale, Lars Preben Elkjaer Larsen. Il calciatore “corazzata” che ti faceva piacere vederlo. O eri con la sua squadra, o contro. Pieno di forza, passione ha sempre dato il massimo per raggiungere il suo obiettivo: la vittoria.

Tra gli altri, ha giocato con l’Hellas Verona in Italia, aiutando il club a vincere l’unico titolo importante della sua storia, la Serie A del 1985 .. Inoltre, Elkjær ha segnato quasi 40 gol nella nazionale danese in 11 anni, essendo una figura di spicco per la squadra danese guidata dall’allenatore Sepp Piontek che ha giocato a Euro 1984 e ai Mondiali 1986 (una prima apparizione in assoluto), spesso salutata come la generazione d’oro del calcio danese dai loro connazionali. Elkjær ha vinto anche il premio Bronze Ball.

Ampiamente considerato uno dei migliori attaccanti degli anni ’80, Elkjær è arrivato secondo al Pallone d’Oro nel 1985, dopo essere stato classificato terzo l’anno precedente per poi arrivare quarto nel 1986. A Verona è ancora ricordato con affetto, essendosi guadagnato il soprannome persistente de “Il sindaco” durante il suo periodo nel club. Ancora oggi, qualche centinaio di elettori in città continuano a scrivere il suo nome sulle schede elettorali alle elezioni del sindaco. Rinomato cosi per le sue capacità di segnare gol e per la sua personalità e rimane anche uno degli atleti più popolari nella sua nativa Danimarca.

Quindi io e Lars ci siamo incontrati di recente, devo ammetterlo, mi ha emozionato. L’uomo prima di tutto! Dopo aver fatto l’intervista, mi ha chiesto un favore. Inviare una maglia AEK a un bambino che sta attraversando un brutto periodo in Belgio! È un fan di Vranjes, come facevo a negarglielo? Ho subito contattato la mia cara amica Angeliki Arkadi (direttrice delle relazioni internazionali di AEK) e lei ha fatto in modo che la maglia venisse spedita al piccolo tifoso. Il Calcio è di chi lo ama e questo gesto mi ha reso felice.

 Innanzitutto il mio amico Lars ci ha raccontato della grande finale di Champions League, dove ha trionfato il vittorioso il Bayern Monaco 1-0 contro il Paris Saint-Germain.

“Sono poche le squadre europee, tranne PSG e Bayer Monaco, che giocano a calcio secondo le regole antiche, partendo da un triangolo dalla linea di fondo. Nessuno sta fermo da dietro in avanti, tutti sempre in movimento. La squadra che sta dietro continua ad attaccare, la squadra che sta davanti cerca di fare gol e questo è ciò che la rende attraente …”

Ma partiamo dall’inizio nell’intervista rilasciata a Manos Staramopoulos per Sportpress24 da Lars Preben Elkjaer Larsen, grande protagonista della nazionale danese negli anni ’80 : 

Ora cosa fai nel tuo paese d’origine, la Danimarca, che l’ha così tanto onorata con i successi della sua nazionale?

“Football analist panisch tv”

Onestamente, ti manca la palla, intendo combattere sul campo?

“Ogni giorno”

 Come vedi lo sviluppo del calcio danese, ma anche italiano ed europeo in generale negli anni?

“Troppo poco calcio e la palla fa rotolare solo i soldi, peccato”

 Recentemente il VAR è entrato nelle nostre vite. Il calcio ti aiuterà?

 “Mai”

Da febbraio in poi, il mondo intero ha vissuto situazioni senza precedenti, con il corvo. Come vedi il giorno dopo, nel calcio ma anche nella vita in generale?

“Il calcio non tornerà mai più”

Come vivevi con la tua famiglia a quel tempo?

“Come tutti i migliori atleti egoisti”

Qual è il livello del calcio in Danimarca?

“Buono ma non molto. E’ un gioco lento, troppo lento”

 Come ben sai, abbiamo anche due giocatori greci a Copenaghen, Carlos Zeca e Sotiris Papagiannopoulos …

“Buoni, gli do un voto 7/10”

Ad agosto abbiamo visto partite di Champions ed Europa League senza tifosi, come l’hai vissuta?

“Il calcio senza tifosi non è calcio, è uno svantaggio”

Pensi ci siamo in prospettiva altri giorni come quelli che abbiamo vissuto con il Covid-19?

“Mai come quello che abbiamo vissuto a marzo”

Nel 2020 avremo per la prima volta una fase finale dei Mondiali in un Paese mediorientale, il Qatar, che ha investito molti milioni di euro. Questa Coppa del Mondo sarà diversa?

“Diavolo sì..”

Signore e signori, Lars Preben Elkier Larsen ha una grande personalità che ora lavora come commentatore di calcio per la televisione danese. Una persona meravigliosa !!!

 

Manos Staramopoulos

Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali

Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation

Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: