Gara 4 regala i primi verdetti decisivi, Boston, Miami e Toronto sono al turno successivo

Finisce la tornata che vedeva la gara 4 per tutte le serie con tre di queste che si sono già concluse con un netto 4-0.

La prima di queste è Boston che rifila uno sweap a Philadelphia grazie al 110-106 in gara 4.

Per i Celtics ottima gara di Kemba Walker con 32 punti, di Tatum con 28 punti e 15 rimbalzi, di Brown con 16 punti e di Theis con 15 punti.

Per i 76ers si chiude qui una stagione fallimentare che sia per l’infortunio di Ben Simmons che per lo stato di forma di Joel Embiid ora dovrà rifondare e ripartire da zero.

In quest’ultima gara si sono distinti Embiid con 30 punti e 10 rimbalzi, Harris con 20 punti, Milton e Richardson con 14 punti.

Toronto è l’autore del secondo sweap per 4-0, stesa Brooklyn come previsto, la gara termina 150-122 con una prova buonissima di Powell che ne mette 29, bene anche Ibaka con 27 punti e 15 rimbalzi, Siakam con 20 punti e 10 assist, Davis con 14 punti.

Per i Nets non basta l’ottima prova di LeVert con 35 punti, di Johnson con 13 punti e di Musa con 12 punti.

Il terzo sweap è di Miami che batte Indiana grazie al solito Dragic, vittoria per 99-87 che porta Miami in semifinale chiudendo la serie 4-0.

Per gli Heat ottima prova di Dragic con 23 punti, di Herro con 16 punti, di Adebayo con 14 punti e 19 rimbalzi, di Olynyk con 11 punti e di Crowder con 10 punti, sottotono a livello realizzativo Butler con soli 6 punti.

Per i Pacers buona gara di Oladipo con 25 punti, di Turner con 22 punti e 14 rimbalzi, di Warren con 21 punti e di Brogdon con 13 punti.

Dallas riesce a battere i Clippers all’overtime ed a portarsi su un sorprendente 2-2 nella serie.

La vittoria arriva per 135-133 con una tripla al suono della sirena del fenomeno Luka Doncic, sempre più superstar assoluta.

Per i Mavericks strepitoso appunto Doncic con una tripla doppia sontuosa da 43 punti, 17 rimbalzi e 13 assist, bene anche Burke con 25 punti, Hardaway con 21 punti, Curry con 15 punti e Marjanovic con 10 punti, assente Porzingis.

Per la franchigia di Los Angeles bene Lou Williams con 36 punti, Kawhi Leonard con 32 punti, Zubac con 15 punti, Jackson con 14 punti, sottotono Paul George con soli 9 punti.

Utah contro ogni pronostico va sul 3-1 contro Denver, questi ultimi strafavoriti per la vittoria finale vanno sotto e si ritrovano ad una gara da una clamorosa eliminazione.

I Jazz vincono gara 4 129-127 per un solo canestro grazie alla prova come sempre formidabile di un Donovan Mitchell che anche stavolta va sopra i 50 punti, ne mette infatti 51, bene anche Conley con 26, Clarkson con 24 e Gobert con 17 punti e 11 rimbalzi.

Per i Nuggets straordinaria prestazione di Murray con 50 punti e 11 rimbalzi, bene anche Jokic con 29 punti, Millsap con 16 punti e Grant con 12 punti.

Milwaukee dopo esser partita nel peggiore dei modi ribalta la situazione portandosi sul 3-1 contro Orlando.

Per i Bucks che si aggiudicano gara 4 per 121-106 ottima la prestazione del solito gioiellino Giannis Antetokounmpo con 31 punti e 15 rimbalzi, benissimo anche Middleton con 21 punti e 10 rimbalzi, Matthews con 12 punti e Korver e Lopez con 10 punti.

Per i Magic bella prova di Vucevic con 31 punti e 11 rimbalzi ma non basta, bene anche Ross con 19 punti, Fultz con 15 punti e Clark e Fournier con 12 punti.

Straordinaria vittoria per 117-114 di Oklahoma su Houston che porta la serie da 0-2 a 2-2, ancora pesante l’assenza di Westbrook per questi ultimi.

Per i City Thunder ottima prova di Schroder con 30 punti, di Chris Paul con 26 punti, di Gilgeous-Alexander con 18 punti e 12 rimbalzi, di Adams con 12 punti e del nostro Danilo Gallinari con 9 punti.

Ai Rockets non basta la solita prova sublime da oltre 30 punti e con una doppia doppia del “barba” James Harden che ne mette 32 con 15 assist, bene anche Gordon con 23 punti, House con 21 punti, Covington con 14 punti, Tucker con 11 punti e Green con 10 punti.

King LeBron James trascina i Lakers sul 3-1 dopo l’exploit momentaneo di Portland, vittoria schiacciante per 135-115, in cui si vede la poca lunghezza di elementi di Portland e la sontuosità di LeBron.

Per i gialloviola di Los Angeles nel giorno del compleanno del compianto e amatissimo Kobe Bryant, magnifico James con 30 punti e 10 assist, bene anche Davis e Kuzma con 18 punti, Green con 14 punti, Howard con 13 punti e Caldwell-Pope con 12 punti.

Per i Blazers bene Nurkic con 20 punti e 13 rimbalzi, McCollum con 18 punti, Carmelo Anthony con 16 punti, Trent con 13 punti, Hezonja, uno spento Lillard e Whiteside con 11 punti e Gabriel con 10 punti.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: