Messi, il Barcellona? Scelta di vita che viene dal grembo

Tutto o quasi è cambiato a Barcellona, ​​dopo la sconfitta subita nei quarti di finale contro il Bayern Monaco con quello strepitoso 8-2, ma ora con l’arrivo dell’olandese Ronald Koeman al timone l’unica cosa certa è che Lionel Messi non se ne andrà.

Voci e messaggi possono andare e venire da venerdì scorso in poi, ma le possibilità che la superstar del club si trasferisca dal Barcellona sono considerate estremamente difficili da improbabili.

Anche se suo padre e agente, Jorge, è andato a Milano per cambiare la sede della loro azienda per motivi fiscali, potrebbe mirare a comprare un bell’appartamento, ma nessuno nella squadra spagnola accetterà la partenza dell’argentino nasce con l’intenzione di acquistare un appartamento a Milano dal padre argentino, Jorge Messi.

Lionel Messi non è che mette nei suoi conti più soldi di qualsiasi altro calciatore al mondo, visto che come si vede è anche il top. Ma chi può non solo coprire questi soldi al momento e offrire di più all’asso di 33 anni? Poche squadre! Dovrebbe dargli almeno 10 milioni di euro in più di lui. Ma ovviamente dovrà pagare almeno altri 130-150 milioni di euro, per non parlare della clausola che ammonta a 700 milioni di euro e che è approssimativa …

Vuoi accettare quell’Inter, che fin dai tempi di Massimo Moratti, voleva inserire Messi nelle sue potenzialità? Ora il cinese, il suo massimo leader amministrativo, Chang, accetterà di pagare una somma così grande? In un caso, potrebbe volerlo perché non importa come lo si veda, può competere in questo modo con la “vecchia signora” e il suo principale rivale in tutto, la Juventus, che ha Cristiano Ronaldo. Sì, se la guardassimo da un punto di vista di marketing sarebbe un’opportunità di prima classe. Alzerebbe l’asticella molto in alto e avrebbe sicuramente maggiori possibilità di prendere il comando nella nuova stagione. Non esistono però i tempi che la Juventus aveva ceduto quando il suo presidente, Andrea Anielli, aveva preso il suo aereo personale ed era andato in Grecia, al lussuoso hotel Costa Navarino per portare Ronaldo a Torino, ora con la corona, non esistono. Non si sa, infatti, per quanto tempo ancora, dal momento che il vaccino durerà almeno fino all’estate del 2021.

Il Paris Saint-Germain potrebbe metterlo accanto al suo amico Nevmar e rafforzare ancora di più la loro squadra. Ma sebbene abbia molti soldi, non pensiamo che al momento, a causa del regolamento finanziario UEFA, il suo presidente, Nasser El Kelaifi, vorrebbe fare questo eccesso. Poi l’inglese, il Manchester City ha la comodità finanziaria per trasformare in realtà l’acquisizione di Messi, cosa che sicuramente emozionerebbe Guardiola, Bequiristain e Soriano (ha fatto un ottimo lavoro nel caso con CAS). Al momento però le cose non vanno così bene per l’ex campione inglese, recentemente escluso dal francese Lione. Il problema che è sfuggita al divieto di due anni non si è placato e non sarebbe l’azione giusta procedere ora, di più …

Quindi la nostra valutazione personale e con le varie informazioni che abbiamo dal Barcellona, ​​concludiamo che Lionel Messi continuerà a offrire servizi alla squadra che amava, è diventato un uomo e gli ha offerto “terra e acqua”, Barcellona …

Manos Staramopoulos

Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali

Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation

Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo
Foto Da Web
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: