Serie B, Frosinone ai PlayOff. Salernitana fuori. Trapani in C ma attende il ricorso

Anche nella Serie B siamo arrivati all’atto finale. Gli ultimi verdetti hanno detto che lo Spezia batte la Salernitana 2-1, campani esclusi dai playoff. Quarto il Pordenone, Cittadella al primo turno con Chievo, Empoli e Frosinone (1-1 contro il Pisa, nerazzurri fuori dalle prime otto). In zona salvezza, il Cosenza batte 3-1 la Juve Stabia e si salva. Ai playout Perugia e Pescara, giù il Trapani. I siciliani però hanno presentato ricorso: decisione il 6 agosto.

FROSINONE-PISA 1-1

I ciociari agguantano l’ultimo posto disponibile per i playoff solo a poco meno di un quarto d’ora dalla fine, dopo aver trascorso sotto di un gol, e al nono posto virtuale, gran parte del secondo tempo dopo la rete al 48’ di Marconi su cross di Siega. La squadra di Alessandro Nesta riesce a pareggiare al 78’: Rohden viene atterrato in area da Masucci, l’arbitro non ha dubbi e indica il dischetto. Camillo Ciano non sbaglia e rimanda i ciociari fra le prime otto. Il punteggio, nonostante l’assalto finale degli ospiti, non cambia più: la classifica avulsa a tre (a quota 54 c’è anche l’Empoli) premia i gialloblù, che affronteranno in trasferta il Cittadella nel primo turno dei playoff, mentre il Pisa chiude il campionato al nono posto e resta fuori dalla lotta per la Serie A.

ASCOLI-BENEVENTO 2-4

I sanniti chiudono in bellezza la straordinaria stagione della promozione in Serie A con una netta vittoria in trasferta in un match che per l’Ascoli, viste le combinazioni di risultati, si dimostra in ogni caso ininfluente. Gli uomini di Filippo Inzaghi dominano il primo tempo, chiuso 3-0 con le reti di Sau al 25’, Barba al 32’ e Roberto Insigne al 45’. Nella ripresa Morosini accorcia al 49’, nel finale Moncini fa 4-1 e Trotta firma la seconda rete bianconera nel recupero. L’Ascoli chiude comunque con un punto in più rispetto alla quintultima: è salvezza.

SALERNITANA-SPEZIA 1-2

Prima l’illusione, poi l’amaro ritorno con i piedi per terra. La Salernitana manca l’approdo ai playoff perdendo 2-1 contro uno Spezia che non si limita al compitino per mantenere il terzo posto in classifica. La squadra di Ventura gioca molto bene nel primo tempo e passa con una gran rete di Gondo al 31’: l’ivoriano resiste alla carica di Bastoni e trafigge Krapikas con una precisa conclusione di destro. I granata sembrano avere il match in controllo, ma inaspettatamente si fanno raggiungere a pochi secondi dall’intervallo: è Mora a firmare il pari, sfruttando l’involontaria deviazione di Cicerelli. Piove sul bagnato nella ripresa per i granata, che restano in dieci per il secondo cartellino giallo inflitto a Maistro al 62’. I liguri ne approfittano allo scadere e completano la rimonta con la rete di Nzola.

CREMONESE-PORDENONE 2-2

Quarto posto e qualificazione diretta alla semifinale playoff per il Pordenone, che non riesce però ad avere la meglio su una Cremonese capace di recuperare due volte una rete di svantaggio. Ospiti avanti al 14’, quando l’arbitro assegna un rigore per fallo del portiere Volpe su Ciurria e Tremolada non sbaglia. Tre minuti dopo i grigiorossi pareggiano, con una splendida conclusione a giro di Gianluca Gaetano. Nella ripresa torna avanti il Pordenone con un’altra prodezza balistica, messa a segno da Burrai al 48’, ma lo scatenato Gaetano fa doppietta dieci minuti dopo e il 2-2 sul tabellone non cambierà fino al triplice fischio.

LIVORNO-EMPOLI 0-2

Missione compiuta per la squadra di Pasquale Marino, che però fatica più del previsto per avere la meglio contro il Livorno già da tempo retrocesso. A risolvere il match sono una rete segnata allo scadere di primo tempo e una poco dopo l’intervallo. La prima porta la firma di Antonelli, che nonostante sia un difensore riesce a sfruttare come fosse un bomber di razza un cross di Henderson, superando Neri in acrobazia. Il raddoppio arriva invece al 52’, con La Mantia che mette il sigillo sui tre punti grazie a un preciso tiro di controbalzo scoccato all’interno dell’area di rigore. L’Empoli chiude al settimo posto: sfiderà in trasferta il Chievo nel primo turno dei playoff.

TRAPANI-CROTONE 2-0

Il verdetto al fischio finale parla di retrocessione in Serie C, ma il Trapani fa il suo dovere al ‘Provinciale’ battendo 2-0 il già promosso Crotone e continua a sperare di potersi salvare, circostanza che si avvererebbe solo con una sentenza favorevole il prossimo 6 agosto. Poco da dire sulla partita: Crotone già in vacanza, il Trapani la chiude tra il 54’ e il 58’ con le reti di Taugourdeau, con una punizione nettamente deviata dalla barriera, e di Dalmonte. Se giovedì dovesse essere restituito un punto in classifica, i granata salirebbero al quartultimo posto e disputerebbero i playout.

ALTRE PARTITE

Chiude al quinto posto il Cittadella, che batte 3-2 in trasferta la Virtus Entella: Panico firma una doppietta al 3’ e al 21’, ma i padroni di casa pareggiano prima con un autogol di Rizzo al 5’ e poi con Manuel De Luca nel recupero del primo tempo. All’80’ l’Entella può andare in vantaggio, ma Maniero para un rigore a Schenetti. All’88’ gli ospiti la risolvono a loro favore con un gol di Stanco. Il Chievo legittima la qualificazione ai playoff battendo il Pescara 1-0: decide Garritano al minuto 88, abruzzesi ai playout. Il Venezia si salva battendo 3-1 il Perugia, punteggio che condanna ai playout gli umbri: doppietta per Aramu, al 42’ su rigore e al 52, tris di Capello al 65’. Non basta il gol di Sgarbi al 69’ per i grifoni, che affronteranno il Pescara nello scontro salvezza se al Trapani dovesse essere confermata la penalizzazione. Si salva un po’ a sorpresa il Cosenza: i calabresi battono 3-1 la Juve Stabia e condannano proprio le vespe alla retrocessione. Sciaudone apre le marcature al 17’, Riviere raddoppia dal dischetto al 23’. I campani tornano in partita con Tonucci al 31’, ma ancora Riviere firma di rapina il 3-1 finale per la festa dei silani e la disperazione gialloblù.

Foto Claudio Pasquazi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: