La proposta della FIGC per la prossima stagione: due gironi da 10 squadre, poi playoff e playout

“Sono molto ma molto preoccupato per la prossima stagione: le squadre dovranno cominciare tra non molto i raduni e la preparazione e siamo in grandissimo ritardo nella conoscenza delle nuove procedure da seguire. Non sappiamo questo stato d’emergenza per quanto tempo ancora sarà prorogato”. Queste le parole del presidente della FIGC, Gabriele Gravina, che è molto preoccupato per la ripresa della prossima stagione.

I motivi sono alcuni, uno è perle prescrizioni sanitarie troppo “stringenti”: “Lo abbiamo applicato in una situazione di emergenza per un brevissimo periodo di tempo, ma immaginare di continuare ad applicarlo fino alla fine della prossima stagione sportiva, con tamponi ogni 4 giorni, è impossibile. Sarebbe una violenza fisica verso i giocatori”.

Un altro motivo che preoccupa il presidente è la data: il 12 settembre. Quest’idea che già è stata fissata anche in Inghilterra e in Spagna, non è ben vista da molti club e a quanto pare, neanche da lui. Per questi e altri motivi, si sta pensando ad un ‘Piano B’…

Il possibile ‘Piano B’

Seguendo le ultime indiscrezioni, Gravina starebbe pensando ad un campionato suddiviso in due gironi da 10 squadre, si giocherà con andata e ritorno in 18 turni. Ci saranno i playoff per le prime sei di ciascun girone e playout per le peggiori quattro.

Gravina quindi vuole aggiornare il protocollo attuale e trovare un accordo con i club. Questa proposta è solo una di una lunga serie di botta e risposta che sceglieranno il destino della stagione 2020/2021…

Foto da Web

One thought on “La proposta della FIGC per la prossima stagione: due gironi da 10 squadre, poi playoff e playout

Comments are closed.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: