I Wolves, gli inglesi senza giocatori inglesi. Cosa succederà quando la Brexit entrerà in vigore anche nel calcio?

La squadra dei Wolves  che ha nominato alcuni dei migliori assi britannici nella storia del calcio inglese, come il difensore centrale Billy Wright, il centravanti Harry Wood e l’ala Dave Wegstaffe. L’ala destra Kenny Hibbitt, il centravanti John Richards e il partner di lunga data Derek Dougan. Poi l’inglese internazionale, Emlyn Hughes, che ha fatto una grande carriera a Liverpool. E, naturalmente, diversi anni dopo, il centrocampista internazionale, Paul Ince. Quindi la squadra dei “wolves”, che ha vinto 3 campionati nella sua lunga storia (1954, 1958, 1959), mentre io ho giocato una volta in una finale di Coppa UEFA (lasciando il Tottenham sconfitto 2-1, 1-1) , ora in Premier League sta andando bene. Sempre dato i suoi dati finanziari.

La squadra guidata dal portoghese, Nuno Espirito, sta andando molto bene e sta conquistando il suo posto nella prossima Coppa Europa. È già al 6 ° posto e ha grandi speranze di raggiungere il suo obiettivo, fondamentalmente utilizza il sistema 3-2-4-1 con il messicano Raul  Jimenez in cima all’attacco. I Wolves  sono un fatto che ha suscitato ammirazione nell’isola per la sua “immagine” competitiva, mentre è caratteristico che ha già raccolto 59 punti nella classifica generale della Premier League, che è il suo miglior raccolto nell’istituzione, dopo la stagione 1979/1980. Quando aveva raggiunto i 66 gradi.

I lupi fanno più affidamento su giocatori stranieri. Il suo primo portiere è il 32enne Rui Patricio, uno dei migliori portoghesi con una significativa esperienza. Il tappo destro è il belga, Leander Dendoncker. Il difensore centrale è l’inglese Conor Coady. Lasciato Willy Boly dalla Costa d’Avorio. Proprio a centrocampo c’è l’irlandese Matt Doherty, accanto a lui l’eccellente portoghese Rúben Neves. Alla sua sinistra è il tiratore esperto ed eccellente, anche portoghese, João Moutinho. Estremità sinistra che copre tutto il lato dello spagnolo, Jonathan Castro. Il fronte destro è il “toro” Adama Traoré del Mali. A sinistra, il centrocampista portoghese, Daniel Podence, che è stato acquisito da Olympiakos a gennaio invece della somma di 20 milioni di euro, e di fronte, la grande stella, Jimenez, per la quale diversi club europei hanno già mostrato interesse.

In altre parole, vediamo che non c’è un solo inglese nella formazione iniziale, nemmeno un campione. E ora ci sono molti che si chiedono cosa accadrà quando la famigerata Brexit sarà finalmente implementata e se sarà finalmente valida …

Manos Staramopoulos

Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali

Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation

Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: