LAZIO, esiste un disegno mirato a screditare la società Biancoceleste

Qualcuno ci può spiegare del perchè di tutto questo continuo accanimento verso la Lazio? Non entriamo nel discorso polemico nato durante il lockdown, tra il Presidente Lotito, la Lega calcio, la FIGC e altre società di Serie A. Abbiamo letto i comunicati di Arturo Diaconale, responsabile della comunicazione della Lazio, il quale puntualmente ha dovuto far rettificare notizie e rispondere a chi ha utilizzato lo stop del campionato per diffamare il Presidente Claudio Lotito. Non entriamo neanche nei discorsi post Covid-19 con il periodo ‘no’ sul campo della stessa squadra di Inzaghi.

Quello che desideriamo sapere è come mai ogni giorno esce una notizia che verte a gettare discriminazione e accuse, vere o presunte, su una società quotata in Borsa. Dopo la sconfitta rimediata sabato scorso contro il Sassuolo, alcuni media hanno fatto uscire a carattere nazionale, la notizia che ci sarebbero stati duri scontri negli spogliatoi tra alcuni giocatori e qualche membro dello staff medico della società biancoceleste, menzionando addirittura il ‘dott. Ivo Pulcini come uno dei protagonisti di un acceso diverbio.’

La Società è stata costretta a fare un Comunicato Stampa dove smentisce categoricamente tale notizia. 

Ma perchè? Qual’è lo scopo di tali false affermazioni? Chi si vuole colpire? Il Gruppo, Inzaghi, il Presidente o gli stessi tifosi?

Quello che ci domandiamo è : “Chi c’è dietro a tutto questo?”

Oggi c’è stata l’ennesima prova e dimostrazione che mostra come un disegno ormai studiato e preparato, ha il dovere di attaccare puntualmente ogni giorno, la Società Biancoceleste.

Dopo la diatriba tra nutrizionista e staff sanitario che riguarda i metodi di alimentazione pre e post gara e sull’uso di alcuni integratori che non favorirebbero il recupero delle energie ai giocatori, oggi Il Messaggero riporta i malumori proprio sui cibi consentiti e non, dalle caramelle gommose post-gara per reintegrare gli zuccheri, ai toast con avocado e salmone, passando per vari divieti come quello del gelato o della frutta, tranne la mela. Il quotidiano nazionale sottolinea come ‘queste questioni’ si aggiungono al problema degli stipendi arretrati (addirittura si è parlato di 6 mesi). Il quotidiano riferisce che la società S.S. Lazio è da qualche mese che non paga e tra i giocatori, soprattutto tra gli stranieri, serpeggia un po’ di nervosismo. Sportmediaset riferisce inoltre che ‘Luis Alberto e Milinkovic-Savic ad esempio, durante il lockdown sono rimasti a Roma e per questo si aspettavano un trattamento diverso. Il caos alla Lazio è legato a tutti questi fattori e il presidente Lotito, che li conosce bene, deve sistemarli al più presto altrimenti c’è il rischio di un tracollo generale.’

E’ possibile che succeda questo in una società quotata in borsa e che sul campo ha dimostrato di combattere addirittura per il primo posto? Anche altre squadre hanno avuto problemi di rendimento simili al momento della Lazio, ma non abbiamo mai ascoltato su nessun notiziario o letto su qualche giornale, un caos del genere.

Come fanno alcuni giornalisti a sapere che i giocatori non percepiscono stipendio se gli stessi non possono avere contatti con media se non dopo l’autorizzazione del responsabile della comunicazione? Come fanno a conoscere la dieta e addirittura le bevande che i giocatori prendono?

Forse è il caso finchè si è in tempo, di azzerare tutto, fare silenzio e lasciar stare questi ragazzi che stanno lavorando come tutti e che ogni 3 giorni scendono in campo per dare un certo grado di soddisfazione a tanti tifosi che troppo hanno sofferto in questi mesi. Se tale cosa non succede, allora c’è Dolo con l’obiettivo di fare male e di creare problemi. In questo caso non è più stampa, ma un malsano tentativo di fare un tifo mirato a denigrare.

Foto di Claudio Pasquazi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: