Griezmann, un talento bruciato dalla fama?

È andato a Barcellona con grande entusiasmo, ma ora tutti dicono che è l’ombra di se stesso.

Antoine Griezmann è arrivato al Camp Nou lo scorso anno in attesa di completare un terribile trio d’attacco con Lionel Messi e Luis Suárez.

Un anno dopo, il campione di Coppa del Mondo dalla Francia riesce a malapena a scendere in campo mentre il Barcellona cerca di difendere il suo titolo di campionato spagnolo.

Griezmann è stato escluso dalla formazione iniziale per la seconda partita consecutiva martedì, quando il Barcellona ha ospitato l’Atlético Madrid, l’ex club del francese, in una partita che doveva vincere per rimanere testa a testa con il leader del Real Madrid.

Invece, l’allenatore del Barcellona Quiqué Setién ha optato per iniziare il centrocampista ventenne Riqui Puig come quarto centrocampista.

Dopo aver fatto riscaldare Griezmann a bordo campo per gran parte del secondo tempo, Setién lo ha mandato al 90 ° minuto anche se la sua squadra aveva subito un pareggio quasi mezz’ora prima.

Nessun gol miracoloso è arrivato, e il pareggio per 2-2 ha lasciato il Barcellona un punto dietro il Madrid, che può aprire un vantaggio di quattro punti con cinque partite rimanenti se batte Getafe giovedì. Il Madrid detiene anche il pareggio se finisce anche su punti.

“È vero che non è normale che un campione del mondo sia schierato così tardi nella partita. Può essere difficile per un giocatore della sua classe, ma le circostanze lo richiedono ”, ha detto Setién. “Speri sempre che un giocatore del suo talento possa vincere la partita per te con un’azione individuale. Ma capisco che è difficile per lui.

Domani gli parlerò di questo. Non mi scuserò, ma capisco che potrebbe sentirsi male al riguardo. Mi dispiace perché è un grande giocatore e una persona. “

Nel luglio 2019, Barcellona ha pagato 120 milioni di euro  per innescare la clausola di acquisizione nel contratto di Griezmann con l’Atlético, dove era emerso come uno dei migliori attaccanti d’Europa. Nelle sue cinque stagioni all’Atletico, ha segnato 133 gol e ha aiutato la squadra a vincere un titolo di Europa League, una Supercoppa spagnola e una Supercoppa UEFA.

L’idea era che Griezmann potesse finalmente colmare il vuoto lasciato da Neymar in prima fila quando è scappato per Parigi Saint-Germain nel 2017.

Quel prezzo era considerato un buon affare nel mercato pre-pandemico. Ora, Barcellona si trova ad affrontare una seconda importante firma di fila che ha fallito. Il Barcellona ha pagato un record del club di 160 milioni di euro  per Philippe Coutinho nel 2018, solo per mandarlo in prestito un anno e mezzo dopo.

Griezmann ha iniziato la stagione abbastanza bene, segnando otto gol prima della pausa invernale. Ma i suoi numeri hanno iniziato a diminuire e deve ancora segnare dalla ripresa della lega dopo un arresto di tre mesi causato dalla pandemia di coronavirus.

Poiché la produzione del suo obiettivo è diminuita, anche i suoi minuti. Ha iniziato solo due delle cinque partite dal riavvio della competizione e non viene contato per le partite contro i principali rivali, giocando solo 11 minuti in un pareggio per 0-0 contro il Siviglia.

Setién ha invece scelto Puig, il diciassettenne Ansu Fati e Martin Braithwaite su Griezmann.

Il Barcellona ora ha bisogno che Madrid scivoli e migliori le proprie prestazioni per vincere un terzo titolo consecutivo in campionato.

La domanda è se Griezmann può essere parte di quel piano di rimonta.

 

Manos Staramopoulos

Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali

Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation

Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: