Le Pagelle di Atalanta-Lazio. Il Sergente illude, ma la Dea non muore mai. Rimonta incredibile

LE PAGELLE DI ATALANTA-LAZIO 3-2

Strakosha 5 : Tanti errori su rinvii e poco attento. Prende il 3-2 da portiere principiante. Evita il 4-2 di Gomez, ma ormai il danno è fatto. Il Lockdown gli ha fatto male

Acerbi 6,5 : Come al solito. La garanzia di avere un centrale con esperienza è fondamentale per una squadra che ambisce al gradino più alto del podio. Pecca un po troppo di sicurezza mandando in calcio d’angolo la palla che porterà il 2-2. Salva il 3-2 da terra su Muriel.

Patric 6 : Non bada a fronzoli. Recupera palla e spazza senza dare punti di riferimento. Nel suo stile riesce a fare una buona partita

Radu 6,5 : Attento. La sua esperienza è importante su un campo particolarmente ostico. Intelligente nel proteggere palla sulle giocate di Zapata.

Lazzari 6 : Si perde Gosens che segna l’1-2, ma sulla sua fascia ha delle ripartenze incredibili. Cala anche lui nella ripresa

Milinkovic 7 : Gioca poco, pochi movimenti, ma quando lo fa è una poesia vederlo palla al piede. Fa un gol disegnato con il pennello da grande bomber. Soffre il mancato gioco di Luis Alberto e con l’uscita di Cataldi scompare anche lui dal campo.

Cataldi 6,5 : Sostituisce Leiva in una partita che si gioca principalmente a centrocampo. Sa contenere bene i movimenti del Papu. La volta che è stato superato, i bergamaschi riescono a segnare l’1-2. Esce per infortunio e i suoi subiranno l’Atalanta.

Luis Alberto 6 : Non è il solito Luis Alberto. Ottimo assist per Milinkovic in occasione del gol, ma è stata l’unica azione rilevante.

Jony 6 : Titolare come le ultime partite riesce a far ripartire i suoi soprattutto nei primi 25 minuti con importanti contropiedi.

Correa 6 : Soliti discorsi per il Tucu. Inzaghi pretende sempre qualcosa in più dal ragazzo, ma dopo i primi minuti di tanta corsa, e ottime giocate con Immobile, si spegne piano piano. Lascia il posto a Caicedo

Immobile 5,5 : Chiude il PT meritando un gol. Tanti movimenti e in due occasioni, palla di poco fuori. Cala anche lui vistosamente con l’uscita di Cataldi. Non arrivano palle e anche il capocannoniere biancoceleste si deve arrendere al gioco Nerazzurro.

Caicedo 5,5 : Entra in un momento delicato della partita. Non riesce a sfondare la difesa nerazzurra.

Parolo 5,5 : Non riesce a prendere la squadra per farla salire. In difficoltà nell’impostazione e nei movimenti.

Lukaku 5,5 : Rientra dopo tanti mesi di assenza. Non ha la spinta che lo ha reso famoso, ma almeno ci mette grinta

Bastos 6 : Entra bene in campo, forse un po troppo tardi. Fa alzare la difesa e contiene bene Muriel.

Anderson 6 : Buona Copertura di fisico. Giovane con tanto entusiasmo.

Inzaghi 5,5 : Dopo 21 partite esce sconfitto contro la squadra che gli aveva dato il via alla grande rimonta nel girone d’andata. Tanta e troppa sofferenza nel ST. Aveva preparato bene i movimenti dei suoi chiudendo il PT sullo 0-2. L’Atalanta non regala nulla e nel ST mette sotto i suoi e con l’uscita di Cataldi, il centrocampo non ha più punti di riferimento tanto da non servire gli attaccanti. Resta secondo in classifica, ma adesso deve fare i conti con gli infortuni, sperando nel ritorno al più presto di Leiva.

ATALANTA: Gollini 6; Toloi 5,5, Palomino 6,5, Djimsiti 6; Hateboer 6,5, De Roon 5,5, Freuler 6, Gosens 7 (dal 24′ s.t. Castagne 6); Malinovskyi 7 (dal 32′ s.t. Ilicic 5), Gomez 7; Zapata 6 (dal 25′ s.t. Muriel 5,5). All. Gritti 7

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: