Champions League, la UEFA ipotizza un piano: la finale a porte aperte

La UEFA nei suoi programmi ha l’obiettivo di far disputare la finale di Champions League con i tifosi nello stadio, anche se a numero limitato.

Entro il 17 giugno si troverà l’accordo per sapere dove si giocherà. Istanbul è stata scartata e Lisbona è la più propensa ad ospitare la finale della massima competizione Europea, non sono da escludere Francoforte e Madrid… comunque verrà scelta quella che a livello sanitario sarà messa meglio. Nella città scelta si giocheranno anche i quarti di finale in gara secca e semifinali e si giocherà nel mese di agosto.  Se la città scelta fosse definitiva per tutta la fase finale, i tifosi già potranno essere presenti dai quarti.

A seguire la seconda opzione (Francoforte), è Madrid che si è aggiunta alla lista delle candidature nelle ultime ore (a Madrid è stata giocata anche l’ultima finale vinta dal Liverpool).

Fino al 17 giugno nulla è deciso, tutto può cambiare da un momento all’altro, ma il piano della UEFA è sempre quello: i tifosi saranno sugli spalti.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: