F1, Carey spiega: “Un caso di Covid-19 non fermerà la stagione”

Il calendario della F1 contenente i primi 8 GP per tornare in pista dopo il lockdown è stato pubblicato. Ma se dovesse essere trovato un contagiato nel circus durante la stagione, cosa succede? A spiegarlo è l’ad della F1, Chase Carey, tramite un comunicato ufficiale pubblicato sul sito della Formula 1: “Avremo una procedura in base alla quale un caso di infezione non porterà a una cancellazione del GP – spiega Carey– Se un pilota risulta contagiato, i team hanno disponibili i sostituti”.

Quindi la F1 si fermerà in caso di un contagio. Carey poi ha aggiunto di essere “fiducioso” riguardo i protocolli per prevenire in contagio da coronavirus, e aggiunge: “si dimostreranno sufficienti a dissipare le preoccupazioni. Esistono linee guida, contenute in 80-90 pagine”.

Numero di Gare: Nel calendario è stato fissato il GP d’Austria il 5 luglio come prima gara delle 8 che saranno tutte europee con finale in Italia a Monza il 6 settembre. Le restanti gare sono ancora da confermare a fine giugno in base all’andamento della pandemia, ma Carey ha fiducia nel fatto che ci saranno almeno tra le 15 e le 18 gare

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: