ESCLUSIVA, Max Leghissa un DS che vuole vincere e che ha già convinto il Boca Gibraltar

In questo periodo dove il calcio giocato è stato fermo, tanto è il lavoro che è stato fatto e definito per la ripresa e la nuova stagione. Nonostante le polemiche che hanno accompagnato la ripresa dei tanti campionati di calcio in Europa, c’è chi ha sfruttato questo periodo per affermarsi e confermarsi come un importante professionista. Raccontiamo di un Italiano, un importante professionista in grado di portare il calcio Italiano in giro per il mondo. Parliamo di Max Leghissa, Dirigente Sportivo Triestino che dopo aver trascorso una bellissima esperienza nel Milan Accademy, ha voluto mettersi in gioco in club altamente professionali, nazionale ed esteri. Oggi ci racconta un importante traguardo che stimola chiunque vuole crescere e crede nel mondo nel calcio.

Max Leghissa, esperienza nazionale ma soprattutto internazionale. Ha lavorato a Malta, in Inghilterra, in Svezia… qual è il futuro in questo momento di Max Leghissa?

“Tante sono le possibilità : potevo rientrare a Mosta, perché mi avevano contattato, poi ho avuto un accostamento con la Sambenedettese che è una piazza importante e ne sono stato onorato, ma alla fine ho firmato per l’ FC Boca Gibraltar, una squadra di Serie A in Gibilterra, una delle squadre più importanti dell’isola.”

BOCA GIBRALTAR: Il Boca Gibraltar è una squadra di calcio di Gibilterra. Gioca nella Gibraltar National League dopo aver giocato nella Gibraltar Premier Division e nella Gibraltar Second Division e gioca anche nella Rock Cup. E’ stato fondato come Boca Juniors Gibraltar F.C. nel 2012, e si è unito alla seconda divisione di Gibilterra per la stagione 2012-13. La Gibraltar Football Association si unì alla UEFA nel 2013.

“Ho sposato un progetto importante e ambizioso. Abbiamo come obiettivo conquistare la Champions o almeno arrivare tra la prime 3. Ci proveremo insieme allo staff che mi aveva voluto lì in Galles. Questa è la novità insomma, sono ufficialmente al Boca. Non vedo l’ora di abbracciare tutta la Squadra nel momento che si potrà volare di nuovo e raggiungere Gibilterra ”

Quindi adesso è ufficiale il tuo nuovo incarico?

“Si è ufficiale e penso che verrà pubblicato sul sito della società tra oggi e domani”

C’è possibilità che lavorerai insieme a tuo figlio Francesco?

“(ride) No guarda quest’anno no, voglio fargli fare un percorso suo individuale perché altrimenti è sempre il figlio del direttore. Anche se chi mi conosce sa che sono troppo severo con lui e sono stato rimproverato per questo non per il fatto di “privilegiare” mio figlio rispetto agli altri. Penso che sia giusto che aldilà del papà uno cresca per meriti propri. Per ora lui ha un suo mercato e in futuro vedremo… però per quest’anno voglio che faccia un percorso suo… lui è molto bravo, non lo dico da papà, lo dico da tecnico. Secondo me lui potrà diventare un calciatore importante, la testa ce l’ha, ha bisogno solo di acquistare più fiducia dato che ha avuto un brutto infortunio che lo ha fatto stare fermo 2 anni e non voleva più giocare. Ecco lì forse ho fatto il papà (ride), l’ho convinto e l’ho fatto ricominciare e ora si è riconfermato in Galles e fa il suo percorso.”

Torniamo alla tua Scelta, il Boca Gibraltar:

“Alla fine oltre all’accostamento con la Sambenedettese, io avevo già scelto questa situazione. Vado per vincere e anche se è una piccola nazione io parto sempre dal presupposto che: meglio essere il primo in una piccola nazione che uno dei tanti sconosciuti nelle grandi nazioni. A Malta ho fatto un grande lavoro anche perché con il settore giovanile abbiamo vinto lo scudetto e poi la Coppa di Malta dell’under 19 dopo tanti anni e se non c’era l’imprevisto che è successo probabilmente arrivavamo anche secondi o terzi, ma il periodo vissuto ci ha stravolto un po’ le dinamiche… è andata così insomma… questa volta però voglio vincere. Voglio andare in Champions, in Europa League ; ripeto non è una grandissima nazione, confina con la Spagna, con il Portogallo e la Nazionale negli ultimi anni ha fatto una grande crescita e c’è interesse anche dalle squadre italiane visto che ci sono molti giocatori da valorizzare e che hanno un potenziale importante.”

Entrare in Champions League o in Europa League non è soltanto il valore della rosa, ma di tutto il team, quindi anche il tuo e di quello che sei riuscito a costruire :

“Sì, a me fa piacere che nonostante questo periodo di lockdown ho avuto molti contatti più di prima, parecchi club che si sono interessati. Mi piace continuare quest’esperienza all’estero perché comunque ho visto che non c’entra il nome, non si guarda in faccia nessuno ma valgono solo i risultati e i giusti valori e questo mi piace e mi trasmette entusiasmo. E’ tutto meritocratico.”

COMUNICATO BOCA GIBRALTAR

Il Boca Gibraltar è lieto di confermare la nomina di Max Leghissa.

Il triestino, che più recentemente ha lasciato il Bangor City FC come direttore tecnico, si è unito al club nella stessa posizione.

Leghissa ha avuto quattro anni all’accademia di Milano, è stato direttore marketing presso l’Udinese per lo stesso periodo di tempo e ha trascorso il tempo a Casarano, Gallipoli, Pordenone, Mezzocorona mentre anche trascorrere due anni in Svezia a Syrianska dal 2014 al 2016.

“Avendo lavorato con Max per un breve periodo a Mosta e poi di nuovo in Galles a Bangor, so il livello di professionalità che può portare alla squadra di calcio,” manager Stephen Vaughan ha detto della nomina di Leghissa. “I giocatori che ha portato a Mosta, utilizzando i suoi contatti in giro per l’Europa, è stata una grande parte della svolta durante la stagione quando ero lì.

“Max è arrivato a Bangor in una situazione molto difficile in cui non abbiamo mai avuto un singolo giocatore registrato e aiutato a costruire una squadra che, all’inizio della stagione, prima di un cambiamento di cuore dai nuovi proprietari, sembrava una vera e propria squadra da non sottovalutare.

“Non vedo l’ora di lavorare con lui qui al Boca mentre ci sforziamo di portare giocatori di qualità e una mentalità professionale al club dentro e fuori dal campo.”

 

OFFICIAL PRESS RELEASE

FC Boca Gibraltar is delighted to confirm the appointment of Max Leghissa.

The Trieste native, who most recently left Bangor City FC as technical director, has joined the club in the same position.

Leghissa had four years at the Milan academy, was the marketing director at Udinese for the same amount of time and spent time at Casarano, Gallipoli, Pordenone, Mezzocorona while also spending two years in Sweden at Syrianska from 2014 to 2016.

“Having worked with Max for a short spell at Mosta and then again in Wales at Bangor, I know the level of professionalism he can bring to the football club,” manager Stephen Vaughan said of Leghissa’s appointment. “The players he brought to Mosta, by using his contacts around Europe, was a big part of the turnaround during the season when I was there.

“Max came in at Bangor in a very difficult situation where we never had a single player registered and helped build a team that, at the beginning of the season before a change in heart from the new owners, looked like a real side to be reckoned with.

“I look forward to working with him here at Boca as we strive to bring quality players and a professional mindset to the club on and off the pitch.”

 

Esclusiva di Sportpress24 – Stefano Ghezzi – Davide Teta – Jacopo Fazi

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: