I play off di Pulcinella

Il campionato italiano di Serie A riprenderà. Non si sa quando. Ma riprenderà.

Le parti in causa che presiedono alla decisione finale si sono avvicinate. Ma ciò non significa che i problemi siano risolti. Politica governativa e politica calcistica non possono guerreggiare in eterno, pena la paralisi. Buon senso e razionalità sono ingredienti essenziali per una pietanza gustosa e che accontenti il palato calciofilo. La situazione virologica sta nettamente migliorando, in Germania già hanno ripreso a giocare e anche gli altri campionati sono decisi a ripartire.

Naturalmente i format dovranno rimanere gli stessi di inizio stagione. Con ciò vogliamo sgombrare il campo dall’ipotesi play off che renderebbe la ripresa una vera pulcinellata. È semplicemente improponibile soprattutto quell’ipotesi che vuole rimescolare le carte favorendo le squadre che hanno fallito i propri obiettivi (Milan, Roma e Napoli su tutte).

Morale della favola, si giocheranno le 12 giornate rimanenti e vinca il migliore. Il piano b che giustamente reclama Malago è semplice ed è unico. Se per una qualsiasi motivazione ci si dovesse ristoppare la classifica finale sarà quella al momento dell’eventuale stop. Con annessi scudetto, qualificazione europea e retrocessioni strettamente legate al merito o demerito acquisito sul campo. Così è se ci pare.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: