Attesa interminabile per i tifosi : niente calcio almeno fino al 14 giugno?

L’attesa interminabile senza calcio da parte dei tifosi sembrava per terminare: rinviata probabilmente la data della ripresa al 20 giugno. Il motivo? Il DCPM firmato da Conte, non prevede nessuno svolgimento di competizioni sportive almeno fino al 14 giugno: te del Consiglio Giuseppe Conte vieta fino al 14 giugno ogni competizione sportiva: “Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati”

La data prevista dalla Lega era il 13 giugno, che può essere mantenuta tale solo con una deroga che probabilmente sarà effettuata solo se non esploderanno altri contagi.

Quindi solo se i dati sui contagi saranno buoni -spiegano a Palazzo Chigi– si potrà fare la modifica al Decreto. Però non basta solo la modifica, se non si trovano accordi sugli allenamenti collettivi, la ripresa è automaticamente spostata al 20 giugno. La Lega ha fatto passi avanti mettendo per iscritto le correzioni richieste dai club nell’assemblea di ieri su alcuni temi più caldi.

FRANCESCO VAIA: “13 GIUGNO, DATA PALAUSIBILE”

Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani di Roma: La data del 13 giugno per la ripresa del calcio e di tutto il mondo dello sport mi sembra plausibile. Abbiamo un mese di tempo, e quindi altri due quindicine, cioè due periodi di possibili incubazioni e manifestazioni di sintomi del Covid 19 per trovare le soluzioni migliori”

Poi conclude: “L’apertura dello sport e’ il segnale di un Paese che riparte, ma va fatto in sicurezza. Il virus lo sconfiggeremo definitivamente con le terapie appropriate e con il vaccino”.

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: