Cts: “Quarantena generale di 15 giorni in caso di un positivo”

Il calcio sta ancora cercando delle soluzioni per completare la stagione interrotta due mesi fa per l’emergenza Coronavirus.

Nel pomeriggio era arrivato il via libera dei ministri Spadafora e Speranza agli allenamenti collettivi fissati per lunedi 18 maggio. Ovviamente si dovranno effettuare con prudenza e seguendo le misure di prevenzione contenute nel protocollo del Comitato Tecnico Scientifico. Uno spiraglio di luce che da ancora speranza alla ripresa della Serie A. Ripresa che con probabilità ci sarò, ma c’è sempre il rischio di uno stop definitivo

Cosa fare però se verrà trovato un caso di positività al Covid-19 dopo il via agli allenamenti collettivi il 18 maggio? Le modifiche fatte al protocollo di sicurezza sanitaria del Cts, che lavora con il Governo, risponde a questa domanda e da anche altre indicazioni. Si legge infatti che in quel caso i club dovranno stare in quarantena per 15 giorni.

Tra le puntualizzazioni fatte dal Cts c’è anche il fatto che la responsabilità delle indicazioni e misure di prevenzione nel protocollo sono del medico sociale.

 

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: