I Tifosi della Roma contro la ripresa del campionato. Tanti striscioni per dire ‘NO’. Ma cosa si nasconde dietro?

I tifosi della Roma non vogliono la ripresa del campionato.  La Curva Sud prende posizione e lo fa sentire con alcuni striscioni apparsi in città nella giornata odierna : “Italia in emergenza sanitaria e sociale, questo campionato si deve fermare”, quello firmato dal gruppo Roma.

“Non siamo complici dei vostri interessi, un calcio al pallone non cancella i decessi. Questa è la nostra mentalità, il gioco finisce qua”.

“Sugli spalti senza la mia gente, che non riparta niente”, “C’è chi muore, chi soffre e chi lucra. Stop al campionato”

“Con la nazione in questo stato, siamo contrari alla ripresa del campionato”, “Prima il rispetto e la dignità, per noi il campionato finisce qua”. 

“Il concetto è chiaro: per voi conta meno la salute del denaro. Finché l’emergenza non è finita, nessuna partita. Società e calciatori donate soldi e tamponi a famiglie e dottori”.

Non riprendere il Campionato, il quale è noto a tutti, porterà molti club a grossi deficit economici. La stessa Società di Pallotta rischierebbe un importante tracollo al quale si aggiunge anche la cordata di denunce che hanno presentato alcuni azionisti nei giorni scorsi contro il Presidente Giallorosso.

Problemi economici dovuti all’emergenza del coronavirus, già hanno impattato sulla società di Trigoria. Diversi dipendenti sono stati forzatamente messi in cassa integrazione e senza un eventuale ripresa di campionato, Si rischierà anche un eventuale licenziamento.

Perchè allora questi tifosi vogliono lo stop al Campionato? Cosa si nasconde dietro le importanti e significative frasi apparse oggi sulle vie di Roma? Siamo sicuri che è vero interesse per l’emergenza, o è una velata paura di vedere l’eterna rivale lottare fino alla fine per lo scudetto?

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: