Roma, Pallotta rischia grosso. Gli investitori lo accusano e gli fanno causa

Trattativa per la cessione della Roma a Friedkin resta in attesa a causa della pandemia da Covid-19.

Trattativa che comunque rimane complicata sia per il rallentamento e sia per il fatto della sommossa di alcuni piccoli investitori di AS Roma SPV LCC, rivolta che però non sembra mettere i bastoni tra le ruote per portare a termine la trattativa. Gli imprenditori hanno accusato il presidente di: “Spazzare via gli interessi economici dei membri di minoranza della società attraverso una operazione di interesse personale in flagrante violazione dell’accordo operativo della LLC”.

Sono 50 gli investitori che hanno fatto causa presso la corte della Cancelleria del Delaware. Oltre ad essere alla ricerca di risposte, richiedono anche un risarcimento danni. La causa è stata resa pubblica giovedì da Daniel Feldman e Jonathan Wyatt Gruber. Un rappresentante di Pallotta poi ha definito le accuse contro la società giallorossa “prive di fondamento.”

La Roma ha avuta una perdita sostanziosa di circa cento milioni, per questo i soci di Pallotta, stanno incoraggiando per concludere la trattativa, a costo di non ricavare la cifra prevista prima dell’emergenza, di circa 80 milioni. Friedkin intanto è in attesa sapendo che il 30 giugno verrà pianificata una nuova offerta per l’acquisto delle dodici società del club. Prezzo in bilico, tutto dipende da come finirà la stagione.

 

One thought on “Roma, Pallotta rischia grosso. Gli investitori lo accusano e gli fanno causa

Comments are closed.

Translate »