Spadafora : “Alcuni Presidenti mettono in giro menzogne. Noi lasciamo uno spiraglio per la ripartenza”

Ormai è l’argomento che attanaglia il mondo dello sport, e ogni giorno si aggiunge un tassello se il Campionato di Serie A riprenda o meno. Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora è intervenuto per l’ennesima volta sull’argomento tramite Facebook con il quale ha voluto precisare quanto segue : “Gli allenamenti per gli sport di squadra dovrebbero avere inizio auspicabilmente il 18 maggio. Queste linee guida le stiamo perfezionando e poi le sottoporremo al comitato tecnico scientifico che deve valutare se sono sufficienti per garantire la sicurezza. Per quanto riguarda il calcio, ringrazio Gravina (presidente Figc, ndr) che oggi ha smentito le illazioni di qualcuno della Lega Serie A che aveva detto che c’era un accordo per la ripartenza. Forse è un vizietto di qualche presidente di Serie A, di mettere in giro menzogne per fare pressione sul governo. Questi non hanno capito che non è la stessa aria di prima, questi metodi non funzionano. La prudenza che stiamo avendo sul mondo del calcio è l’unica cosa che lascia aperto uno spiraglio sulla ripartenza. L’alternativa è fare come ha fatto al Francia poco fa e dire che il calcio si ferma qui. Tutto dipenderà dalla nostra singola capacità di rispettare le regole. Se pensiamo che dal 4 maggio è tutto finito, sbagliamo alla grande”

Noi lasciamo aperto uno spiraglio per la ripartenza – ha proseguito Spadafora – ma tutto dipenderà dallo sviluppo del virus. Dovremo conquistarci queste riaperture, perché il virus ci sta obbligando a una vita diversa a quella che ci aspettavamo. Se lavoreremo bene riusciremo a far ripartire tutto il mondo dello sport. Non solo il mondo del calcio, ma tutte le discipline sportive. Se faremo le cose come vanno fatte, riusciremo a uscire da questo incubo”.

Foto Eurosport

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: