F1, Raikkonen: “Finché mi diverto e ho motivazione, continuo.”

Kimi Raikkonen al termine della stagione compirà 41 anni, di questi 41, è da 18 anni che gira il mondo facendo rombare i motori con la Formula 1, lui stesso dichiara che però il ritiro non è nella sua mente : “Questa situazione non cambia i miei piani. A un certo punto vedrò che succede e tirerò le somme,  intanto penso ad iniziare questa stagione e poi vedremo, ma al momento non cambia nulla per me. Finché mi diverto e ho motivazione, continuo. E adesso mi sento più motivato che mai”.

I suoi colleghi, soprattutto quelli più giovani: Leclerc, Russell, e Norris, in questo periodo di fermo totale, stanno facendo delle gare online. Raikkonen non vuol partecipare e spiega il motivo : “Non partecipo e non mi interessano, preferisco aspettare di tornare su una pista vera.”

D’altro canto il simulatore non è stato di suo gradimento neanche ai suoi tempi nella Ferrari, come lui stesso dichiara: “Diciamo che volare in Italia per mettermi davanti al simulatore non era esattamente il motivo per il quale avevo scelto questo mestiere. Girare in pista è un’altra cosa…”.

Kimi inoltre ha parlato di come sta passando la sua quarantena, ha ammesso che non gli dispiace fare il ruolo da casalingo con i suoi figli: “Le giornate passano velocemente”. Il pilota dell’Alfa Romeo poi parla dell’annullamento del GP d’Australia e delle voci che giravano sul fatto che lui e Sebastian Vettel fossero già in ritorno dopo la notizia del ritiro della McLaren. Senza dare informazioni dice : “Ormai è andata. Credo semplicemente che cancellare la gara fosse la cosa giusta da fare. Riprenderemo quando la F1 e la FIA decideranno che è possibile farlo in sicurezza. Non è una decisione nostra, sono sicuro che valuteranno il quadro con estrema attenzione. Noi correremo al tempo giusto, anche senza pubblico”.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: