L’Inter pensa ai sostituti di Lautaro: ecco i “prescelti”

Mentre si aspettano certezze sulla trattativa con il Barcellona per Lautaro Martinez, l’Inter già sta pensando ad un “piano B” per sostituire l’argentino. Marotta, infatti, ha in mente dei giocatori come Anthony Martial, Victor Osimhen, Luka Jovic a cui probabilmente potrebbe aggiungersi Pierre-Emerick Aubameyang.

Lautaro per ora sembra che voglia rimanere nel club nerazzurro ma il richiamo di Messi più lo stipendio straordinario fanno pensare che questa trattativa di potrebbe trascinare avanti ed arrivare finalmente ad un esito.  Quindi i nerazzurri hanno ancora tempo per pensare alle possibili sostituzioni di Lautaro. Il giocatore a cui per primo Marotta ha pensato è Timo Werner, che piace molto ad Antonio Conte. L’attaccante del Lipsia, però, è sotto controllo anche dal Bayern Monaco da tempo, nell’ultimo periodo è anche nel mirino di Klopp e del suo club, il Liverpool. La concorrenza sicuramente non mancante fa pensare ad un alzamento non di poco del prezzo del giocatore.

L’attaccante più semplicemente raggiungibile è Luka Jovic. Dopo il trasferimento al Real Madrid ha avuto una pessima stagione che lo ha portato ad essere bocciato dal Real Madrid. Il suo cartellino comunque resta intorno ai 50 milioni, non un prezzo bassissimo insomma!

Analogalmente, Anthony Martial. Il suo cartellino vale sui 50 milioni. Oggi gioca nel Manchester United e lì ha avuto un bel successo, il quale non lo farà lasciare facilmente la squadra. Conte però potrebbe convincerlo a cambiare la sua strada. Trattare con il Manchester non sarà sicuramente una cosa da poco.

Infine Osimhen, giovane talento del Lille. E’ un giocatore molto rapido e potrebbe essere preso in considerazione perchè sembra il più adatto a fare da spalla a Lukaku. Il club francese tempo fa voleva un centinaio di milioni per il giocatore. Prezzo giusto per il giocatore, ma destinato in questo periodo a calare. L’investimento comunque sarebbe di una cifra modesta.

L’Inter deve solo scegliere e valutare, perchè Lautaro è stato cresciuto dal club nerazzurro ed è uno dei loro cavalli da battaglia.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: