Moto GP, annullato il GP d’Italia, le modifiche del calendario…

Inoltre, è arrivato il triste annuncio dell’annullamento del GP d’Italia, a Imola non si correrà. Quindi la prima gara in programma da calendario è il GP di Gran Bretagna, dal 3-5 luglio, poi il GP di Germania, 31 luglio-2 agosto, e poi il GP di Aragon, sarà anticipato dal GP d’Olanda, 21-23 agosto.

L’emergenza da coronavirus è imprevedibile, non sono da escludere modifiche ulteriori al calendario.

Riguardo all’annullamento del GP d’Italia Il Presidente di Formula Imola Uberto Selvatico Estense, ha espresso la sua tristezza:  “C’è profonda amarezza per questa dolorosa decisione. Lo dico non solo da Presidente dell’azienda che gestisce il circuito ma soprattutto da grande appassionato dei motori che ogni anno attende il Round di Imola con l’entusiasmo di un ragazzo. Dall’altro lato però c’è la consapevolezza di aver preso la scelta giusta per proteggere nel miglior modo possibile la salute del pubblico e di tutti coloro che sono coinvolti in questo evento, un aspetto che ha la precedenza su qualsiasi argomento economico e/o sportivo”.

Poi continua dicendo: “Da ottimista quale sono metto però velocemente da parte questo dispiacere per lasciare spazio invece all’idea legata al 2021 per tornare a emozionarci dopo le sofferenze di questo periodo. Insieme a Dorna inoltre stiamo già considerando la pianificazione di un Round d’Italia SBK per il 2021 e spero anche per i tre anni successivi. L’entusiasmo e il desiderio di ricominciare non dovranno mai mancare in questi mesi che saranno decisivi per una rinascita non solo dell’Italia ma anche per tutto lo sport motoristico nel nostro Paese. Siamo pronti e molto motivati per tornare in pista con ancora maggiore forza e determinazione in modo da non disperdere un patrimonio di storia e di imprese sportive che l’Autodromo di Imola ha sempre ospitato”.

Analogalmente, Gregorio Lavilla, Direttore Esecutivo delle Aree Sporting & Organization di Dorna WorldSBK afferma: “È con grande rammarico che siamo costretti ad annunciare la cancellazione del Round d’Italia a causa della situazione attuale legata alla diffusione del COVID-19. Il calendario a oggi prevede molti appuntamenti e inoltre abbiamo anche dovuto considerare le condizioni meteo che potremmo incontrare più avanti nel corso dell’anno: per queste ragioni abbiamo convenuto insieme al circuito che la decisione migliore da prendere fosse quella di cancellare il Round previsto per questo 2020. Stiamo però lavorando intensamente per pianificare un evento ancora più grande per i prossimi anni per quanto riguarda questo circuito italiano e posso già dire che non vediamo l’ora di rivedere il nostro paddock tornare su questa storica pista nel 2021”.

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: