Nuoto, Pellegrini : “Giochi spostati al 2022? Tra un anno lascio”

Federica Pellegrini è pronta a mollare tutto. Anche lei come tutti sta affrontando un momento della sua vita non tanto bello rimanendo chiusa in casa, ed è cosi che per passare il tempo oltre ad allenarsi come può, cucina, gioca con Vanessa il suo bulldog. Ogni tanto si svaga sui social ed entra in dirette Instagram, nella giornata ha fatto una diretta con la pattinatrice Valentina Marchei  e con il giornalista Giammarco Menga, e sono uscite fuori conversazioni interessanti. Ecco le dichiarazioni:

Parlando del probabile rinvio delle olimpiadi di Tokyo al 2022 dice: “Quando ho ricevuto la notizia dello spostamento di Tokyo ero divisa tra due fuochi, perché un po’ era nell’aria, dato che questo virus era già partito da un po’ ed era improbabile che Tokyo si facesse quest’anno. L’unico dubbio era per l’anno, 2021 o 2022, e quando hanno detto 2021 sono stata felice. Chiaro, avrei preferito farle tra tre mesi, ma è stata la decisione giusta. Se le spostassero ulteriormente al 2022? Non penso che ci sarei, sarei troppo in là con l’età, quest’estate farò 32 anni che per il nuoto sono un’età importante. Ho una preparazione fatta al millimetro e quando ci hanno stoppati con gli allenamenti eravamo giusti, a puntino, dopodiché se riprendiamo e ci rifermano un’altra volta non so se sarei in grado di ricominciare di nuovo. Non posso rincorrere questa quinta olimpiade per sempre, ce la metterò tutta e tra un anno cerco di esserci, ma se slittasse di un altro anno credo che farei un’altra scelta di vita.

“La chiave è avere passione. Io amo alla follia ciò che faccio. La chiave di tutto è la passione per questo sport. Fino a qualche anno fa facevo doppi allenamenti in vasca ogni giorno, ora mi alleno col doppio solo due volte alla settimana e prediligo l’allenamento a secco, la palestra è diventata molto più importante. Comunque è tutta una questione di equilibrio, per questo dico (come ho detto a proposito della preparazione olimpica) che accelerare e fermarsi, per poi riprendere manda un po’ in confusione. Quest’anno va bene e ci adattiamo, ma se risuccedesse l’anno prossimo prenderei decisioni diverse.”

“Tra un anno lascio, dopo di me i campioni ci sono già. E’ uno dei motivi per cui non posso continuare a nuotare a lungo, vorrei diventare mamma all’età giusta. Dopo di me chi ci sarà? La situazione è abbastanza delineata. Nel mezzofondo ci sono Simona e Greg, nel dorso Margherita, nel mezzofondo veloce Gabry che ha anche già preso una medaglia olimpica e per adesso le punte di diamante sono loro, ma sono già consolidate da anni e tra un anno quando io lascerò questo mondo a livello sportivo continueranno a esserci loro. E farò un superfestone!”

Probabile ripresa degli allenamenti : “L’acquaticità sarà il problema più grosso, per noi stare tanto fuori dall’acqua è difficile: è già complicato quando riposiamo il sabato e la domenica e il lunedì torniamo in vasca, figuriamoci ora che sono ferma da tre settimane. Speriamo che il 4 maggio almeno per gli atleti professionisti si possa ritornare ad allenarsi, altrimenti sarà dura, anche perché crearsi una palestra in casa e allenarsi si può fare, ma non è così semplice. Nel frattempo sto cercando di non pensarci: se ti fissi sul fatto che sei indietro con la preparazione, parti già con l’handicap. So che è difficile pensare positivo, ma è l’unico modo.”

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: