Coronavirus, facciamo il punto sulla situazione del ciclismo

L’emergenza da Covid-19 ha avuto effetti negativi su tutti gli sport.

Anche il mondo del ciclismo è stato colpito dall’emergenza da coronavirus. Fa parte delle ultime gare fatte il prestigioso Trofeo Laigueglia  vinto il 16 febbraio scorso da Giulio Ciccone. E’ stato anche annullato il  Giro dell’Appennino. L’UCI ha cancellato il calendario della primavera, di cui fanno parte le quattro Classiche Monumento Milano-Sanremo, Giro delle Fiandre, Liegi-Bastogne-Liegi e Parigi-Roubaix e infine il Giro di Lombardia,solitamente svolto in autunno come ultima gara del calendario. I giochi olimpici sono stati rinviati l’anno prossimo ufficialmente. Matteo Trentim (vicecampione del mondo su strada) ha proposto di unificare i tre grandi Giri a tappe in una sola corsa che si svolgerà da Roma a Parigi attraverso Madrid. Per quanto riguarda la Milano-Sanremo l’UCI sta pensando di recuperarla a metà luglio, Mentre Il Giro d’Italia potrebbe invece essere rinviato dal 3 al 25 ottobre.

L’UCI ha deciso di rinviari queste gare in questa stagione per tutelare la salute di ciclisti, allenatori giornalisti e spettatori.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: