Il futuro della Roma passa dalla conferma di Petrachi al ritorno di El Shaarawy, passando dall’addio di Dzeko e Kolarov

Tra Pallotta e Friedkin è c’è intesa. Per il passaggio della società giallorossa tra i due imprenditori mancano solo alcuni dettagli, ma il periodo non aiuta di certo. Il Coronavirus ha bloccato tutto in un momento molto delicato per la stessa squadra allenata da Fonseca.

Si sta lavorando per fare una rivoluzione in casa giallorossa. Una rivoluzione importante partendo da Gianluca Petrachi che potrebbe restare a Roma per un altro anno con l’obiettivo di Migliorare la Roma e di ‘restituire’ quello che si è perso.

Con l’arrivo di Friedkin si cambia l’operatività amministrativa. Le plusvalenze, da attività possibilmente da evitare, possono diventare una premessa per rinforzarsi e peratanto una possibilità da sfruttare. Naturalmente ci sono gli obblighi di riequilibrare i conti che momentaneamente sono ancora in rosso. Bisogna rispettare gli obblighi di bilancio soprattutto per una società come la Roma che è quotata in borsa. Proprio per questo, con molta probabilità si dirà addio ad un eventuale conferma di Pastore (70 milioni tra cartellino e ingaggio), importo troppo esoso per le casse giallorosse.

Si lavorerà per blindare i pezzi pregiati che risiedono a Trigoria come Zaniolo e Pellegrini. L’obiettivo è di trattenere i due gioielli alla corte di Fonseca qualsiasi cifra possa arrivare sulla scrivania di Petrachi. Pellegrini, che ha già una clausola liberatoria da 30 milioni, verrà riformulato il contratto per evitare sorprese che potrebbero compromettere le scelte di Friedkin. Con lo spostamento degli Europei al 2021, Zaniolo avrà la sua chance fino ad ora solo un miraggio, dopo l’infortunio e l’operazione al ginocchio.

Poi c’è la sorpresa El Shaarawy. Secondo quanto riferisce Il Corriere dello Sportla Roma sta valutando il ritorno dalla Cina dell’ex giallorosso. I contatti tra le parti ci sono già stati nelle scorse settimane e il calciatore, attualmente in forza allo Shanghai Shenhua, è disposto a ridursi sensibilmente l’ingaggio pur di tornare a Roma. Questo comporterà inequivocabilmente la rinuncia a pedine che hanno fatto la storia attuale della Roma, come Kolarov, Dzeko, Perotti, Juan Jesus e Fazio.

Oltre a Stephan El Shaarawy, un altro obiettivo è Gaetano Castrovilli della Fiorentina. Il club viola ha già rifiutato 40 milioni dal Napoli, ma la Roma ci proverà ugualmente.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: