UFFICIALE, la Uefa ferma le Coppe. Gli Europei a rischio rinvio nel 2021

La Uefa ha deciso. Si ferma la Champions League ed Europa League e rinvia gli ottavi per combattere ed evitare il contagio da parte del coronavirus tra i calciatori dopo gli ultimi casi riscontrati in Italia e, nelle ultime ore, anche in Inghilterra. Le diverse squadre in quarantena – Juventus, City, Real Madrid, Chelsea, Inter – hanno fatto prendere obbligatoriamente la decisione di sospendere le competizioni e, di conseguenza, a cambiare un nuovo calendario. Dulcis in fundo ci sarà anche lo slittamento di Euro 2020, con almeno due ipotesi sul tavolo: giocare in autunno o addirittura, rimandare al 2021.

“Alla luce degli sviluppi dovuti alla diffusione del COVID-19 in Europa e delle relative decisioni prese da diversi governi – è scritto nella nota –tutte le partite delle competizioni UEFA per club in programma la prossima settimana vengono posticipate. Ciò include le rimanenti partite di UEFA Champions League, ottavi di ritorno, in programma il 17 e 18 marzo 2020; tutte le partite di UEFA Europa League, andata degli ottavi, in programma il 19 marzo 2020; tutte le partite della UEFA Youth League, quarti di finale in programma il 17 e 18 marzo 2020. Ulteriori decisioni su quando si svolgeranno queste partite saranno comunicate a tempo debito. A seguito dei rinvii, anche i sorteggi dei quarti di finale di UEFA Champions League e UEFA Europa League previsti per il 20 marzo sono stati rinviati. La UEFA ha invitato ieri ai rappresentanti delle sue 55 federazioni associate, insieme ai consigli di amministrazione dell’European Club Association e delle Leghe europee e un rappresentante della FIFPro, a una riunione di videoconferenza martedì 17 marzo per discutere della risposta del calcio europeo all’epidemia del coronavirus”.

Translate »