Scudetto, corsa a due o a tre?

In attesa di sapere come evolverà la situazione legata al corona virus, il campionato italiano continua la sua corsa verso lo scudetto. Prima la Juve, vittoriosa a Ferrara contro il fanalino di coda Spal, e poi la Lazio, corsara nel Marassi genoano, sbrigano le proprie incombenze e continuano ad essere divise da un solo punto. L’Inter, invece, è costretta a guardare le sue avversarie vincere e chissà quando giocherà il recupero contro la Samp. Al momento ogni previsione è priva di qualsiasi base logica. Meglio rivedere quello accaduto in campo e il campo ha ribadito cose già note. La Juventus dà segnali di risveglio dal punto di vista del gioco, ma resta l’impressione che i bianconeri stiano puntando tutte le loro fiches sul tavolo della champions, il vero obiettivo societario. La Lazio, al culmine di una gara tipicamente anglosassone, dà una prova di forza sbancando Genova. Luccicano le prestazioni dei cosiddetti panchinari a conferma di un’ampiezza di rosa che molti commentatori negavano. Peraltro con un Immobile da record il percorso verso lo scudetto appare sempre più segnato. 13 gare alla fine sono ancora tante anche se lo Juventus-Inter della prossima giornata potrà dare risposte soprattutto alla domanda se la corsa scudetto sarà a tre o a due. E comunque un campionato così non si vedeva da tempo. E per il calcio italiano è lo spot migliore in previsione degli Europei di giugno.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: