Lazio colpo da Klopp, l’Inter è rotta

L’allenatore del Liverpool dei record, Klopp, campione del mondo e pronto ad agguantare la Premier con larghissimo anticipo tifa Lazio nella corsa scudetto italiana. E la scelta appare confacente e da buon intenditore. Perché Liverpool e Lazio, come scritto su questo sito qualche tempo fa, sono squadre gemelle per tipologia di gioco e intensità di lavoro.

Prendiamo ad esempio la splendida vittoria biancazzurra contro l’imbattibile (in trasferta) Inter di Conte. Non è bastato un gol alla fine del primo tempo per abbattere la forza interiore ed esteriore della Lazio. Inzaghi faceva segni inequivocabili dalla panchina. Calma, calma. La vinciamo. Ed in effetti nessuno dei 70.000 dell’Olimpico aveva dubbi. Il secondo tempo è stato un manifesto di superiorità tecnica, tattica, caratteriale che ha rasentato la perfezione. Consapevolezza ed umiltà le doti che hanno interrotto la corsa di Conte. Presa alla gola la squadra nerazzurra non ce l’ha fatta a reggere il ritmo da Liverpool dei biancazzurri.

È bastato poco per riprendere la gara e ribaltarla. Decisivi gli ingressi di Lazzari e Correa che hanno spaccato la difesa nerazzurra. Serviti i cosiddetti rosacortisti che lamentavano la scarsezza della rosa. E smentiti. Allo scoccare del bolide di Milinkovic si è capito che anche questa volta la Lazio avrebbe trionfato. Estasi totale allo stadio e, malgrado la furente e confusa reazione dell’Inter, la Lazio poteva anche triplicare.

Al fischio finale di un ottimo Rocchi un boato di emozioni e di abbracci. È sorpasso a Conte e la Juventus rimane a meno 1. Una Juventus che gioca male ma vince. Fino a quando? Intanto la Lazio invia SMS un po’ a tutti. E Klopp è felice.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: