“Mamba for life”, il mondo sportivo piange la morte di Kobe Bryant

di Stefano Bassi

“Mamba for life”, Mamba per la vita, Kobe Bryant per sempre. L’ex giocatore e stella dei Los Angeles Lakers è deceduto a seguito di un incidente in elicottero insieme alla figlia Gianna di 13 anni, promessa della pallacanestro, proprio mentre si stavano dirigendo ad una sessione di allenamento.

Una tragedia immane che ha colpito nel profondo tutto il mondo dello sport e in particolare della NBA, di cui Kobe è stato campione cinque volte in carriera. “Mamba for life” aveva scritto qualche ora prima Lebron James sulle proprie scarpe, in attesa di scendere sul parquet di Filadelfia (terra natia di Bryant) e scavalcare proprio l’ex rivale e grande amico al terzo posto della classifica “all time” dei marcatori NBA.

Lo aveva fatto come segno di riconoscimento e rispetto verso una Leggenda che ha indossato la sua attuale casacca per lunghi e gloriosi 20 anni, ma mai avrebbe immaginato che solo a qualche ora di distanza quella scritta si sarebbe trasformata tragicamente in qualcosa di fortemente commemorativo. Il Mamba si era prontamente congratulato con un tweet, poi il destino ha deciso di portarselo via, insieme alla figlia. Bryant lascia così la moglie e le altre tre figlie, oltre all’incredibile vuoto e senso di tristezza nell’ambiente sportivo. È morta una stella, se ne è andato uno dei cestisti americani più forte di tutti i tempi, un genio e un talento della pallacanestro che ha scritto pagine infinite di storia.

Cinque anelli, 2 ori olimpici, 3 volte MVP (2 delle Finals) e tanti altri record personali che rimarranno per sempre nella memoria degli appassionati. Lui che i primi passi con la palla a spicchi in mano li mosse proprio in Italia, quando dai 6 ai 13 anni seguì papà Joe in giro per le varie città in cui ha giocato (Rieti, Reggio Calabria, Pistoia e Reggio Emilia). Poi il ritorno negli Usa e tutta la carriera a stelle e strisce, fino al ritiro di luglio 2016, seguito da numerose attività benefiche e iniziative rivolte a favore dei giovani. Un uomo dal cuore d’oro oltre ad un grandissimo professionista: “Mamba for life”, Kobe Bryant per sempre.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: