E’ Andata, ma il bello deve ancora venire

foto di Claudio Pasquazi

Chiude formalmente il girone d’andata (manca un Lazio-Verona, importante in ottica scudetto ed Europa League) e, come puoi sbagliare?, è la Juventus campione d’inverno. Questo titolo, platonico ma non troppo visto che chi è primo a gennaio lo è probabilmente anche a maggio, raggiunto con 48 punti ci dice che sarà molto difficile sfilare il nono scudetto di fila alla banda sarriana.

La novità rispetto agli anni scorsi è che Inter e Lazio sono lì e dunque i bianconeri non potranno distrarsi troppo. Ora le variabili nel percorso che porterà al traguardo finale dovranno essere considerate senza alcuna omissione. Per esempio il mercato di gennaio in cui l’Inter sembra molto propositiva potrebbe cambiare qualcosina. Juve e Lazio, a meno di ripensamenti, non sembrano convinte di interventi in corso d’opera. E poi ci sono le coppe europee. La Juventus ha l’ossessione della Champions e da febbraio, quando si riprendera, i suoi sforzi mentali saranno dirottati alla Coppa più importante.

L’Inter sarà impegnata in Europa League e il fastidio di giocare il giovedì potrebbe risultare indigesto. Nell’agone europeo non c’è la Lazio ma, nelle segrete stanze di Formello, questa assenza viene vista in ottica positiva. La stagione biancoceleste è ammantata di magia e concentrarsi solo sul campionato (la coppa Italia rimane un obiettivo secondario) può essere la chiave per continuare a sognare. Altra variabile è lo stato di forza mentale e fisica delle contendenti.

Qui la Juventus appare ancora favorita, ma non bisogna sottovalutare la fame di Conte e l”entusiasmo del mondo Lazio. Dunque riepiloghiamo con le percentuali. Juve favorita per la vittoria finale al 60%, il restante 40% se lo dividono equamente Inter e Lazio. È andata. Ma il bello deve ancora venire.

Translate »