Le Pagelle di Roma-Juventus. I Giallorissi perdono Zaniolo e la Juve è campione d’Inverno

di Stefano Bassi

foto di Claudio Pasquazi

Le Pagelle di Roma-Juventus 1-2 :

ROMA :

PAU LOPEZ 6 Incolpevole sul primo gol, spiazzato sul rigore. Nel finale di primo tempo salva su Ronaldo, nella ripresa è impegnato di meno ma sempre attento

FLORENZI 6.5 Non disdegna sulla fascia, mettendoci tanto impegno e grinta. Spinge bene alla ricerca della giocata giusta, sicuramente meglio di quanto fatto vedere la settimana scorsa

SMALLING 5.5 Non lucido come sempre, buca lo stacco che porta al primo gol di Demiral anche se la colpa non è totalmente la sua

MANCINI 6 Lotta contro tutto e tutti fino alla fine senza mollare un centimetro. Ad inizio ripresa ha la palla per riaprire la gara, però la spreca lisciandola da pochi passi

KOLAROV 5 Gravissimo il mancato intervento che regala il vantaggio alla Juventus, ha la possibilità di farsi perdonare con un paio di punizioni e un colpo di testa, ma non le sfrutta

DIAWARA 6 Solita gara ordinata e senza sbavature per il centrocampista giallorosso, bravo anche in fase di ripiegamento quando serve

VERETOUT 4.5 Imperdonabile la disattenzione che permette a Dybala di rubargli il pallone facendosi commettere il fallo da rigore per il momentaneo 2-0 juventino. Serata nera per lui (dal 66’ CRISTANTE 6 Rientra dopo un lungo infortunio, fa quel che può)

ZANIOLO 6 Prova a tenere accesa la luce in casa Roma fin quando può, fin quando il su ginocchio fa crack dopo una gran giocata. La speranza è che non sia nulla di grave, ma si teme il peggio (dal 36’ UNDER 6.5 Subentra dalla panchina con voglia e determinazione, propiziando il rigore che rimette in partita la Roma e creando tanti altri pericoli)

PELLEGRINI 5.5 Privo del solito smalto e fantasia che lo contraddistingue, Rabiot gli nega un gol fatto sulla linea

PEROTTI 6.5 Non è ispiratissimo e praticamente si accende a sprazzi, ma nella ripresa trova la solita freddezza nel realizzare il rigore della speranza giallorossa (dall’82’ KALINIC sv)

DZEKO 5.5 Pochissimi palloni toccati e giocati dal centravanti bosniaco, mai servito a dovere dai compagni e mai realmente pericoloso dalle parti di Szczesny. L’unica palla pulita che gli arriva la schianta sul palo, peccato

ALL. FONSECA 6 Non è colpa sua se i suoi uomini sbagliano. La Roma ha comunque cuore e orgoglio e prova a restare viva fino all’ultimo. Adesso deve lavorare per fargli riprendere morale

JUVENTUS : 

SZCZESNY 6 Nessun intervento davvero importante e partita solo da controllare per il portiere bianconero, salvato nel primo tempo da Rabiot sul tiro di Pellegrini e dal palo nella ripresa su Dzeko. Sul rigore è spiazzato

CUADRADO 5.5 Inizia da terzino e finisce da esterno di centrocampo, della sua gara però c’è poco da ricordare

DEMIRAL 7 La sblocca dopo neanche tre minuti siglando il suo primo gol in bianconero, poi è costretto al cambio per un infortunio al ginocchio (dal 19’ DE LIGT 6 Entra quasi a freddo ma lo fa bene, coprendo bene quando si presentano dalle sue parti)

BONUCCI 6.5 Gara solida da parte del capitano bianconero, bravo a guidare i suoi con il carisma che lo contraddistingue. Trasmette calma al reparto anche nei momenti più delicati

ALEX SANDRO 5.5 Poco propositivo in avanti, si preoccupa più di difendere che di attaccare. Commette il fallo di mano che permette alla Roma di riaprire solo parzialmente la gara

RABIOT 5.5 Meriterebbe la sufficienza solo per il salvataggio sulla linea che nega il gol a Pellegrini e che avrebbe rimesso subito in partita la Roma, ma ancora troppe ombre per il francese da cui ci si aspetta sempre qualcosa in più

PJANIC 6 Un pò impacciato in avvio e subito ammonito per un intervento scomposto, poi si riprende e disputa la sua solita gara con ordine e concretezza

MATUIDI 6 Tanta voglia da parte del francese, che cerca costantemente l’inserimento alle spalle delle linee giallorosse. Utile anche in fase di interdizione

RAMSEY 5 Partita anonima del trequartista bianconero, che non trova mai ispirazione nelle sue giocate (dal 70’ DANILO 6 Venti minuti tranquilli e ordinati)

DYBALA 6.5 Pennella l’1-0 per Demiral, si conquista il rigore del raddoppio, poi sparisce un po’ dai radar ma sul successo bianconero c’è anche la sua impronta (dal 70’ HIGUAIN 6 Entra propositivo e con tanta voglia, gli viene annullato un gol per fuorigioco)

RONALDO 7 Realizza con freddezza il rigore del momentaneo 2-0 juventino, poi Pau Lopez gli nega la doppietta a fine primo tempo. Nella ripresa fallisce il tris con un colpo di testa apparentemente facile

ALL. SARRI 6.5 La sua Juve vince seppur non convinca ancora molto per la qualità di gioco. L’importante per lui è che se ne torni a casa con 3 punti pesanti per ritrovarsi nuovamente in testa alla classifica

Translate »