Una Storia Infinita. 9 Gennaio 1900 e sono 120

di Franco Capodaglio 

Consiglierei a chiunque ami lo sport ed il calcio di leggere almeno una volta, la storia della Lazio. Perchè si gonfia il cuore a scoprire come le origini risalgano all’alba del 1900 quando a Roma si circolava ancora con i tram a cavalli e lo sport era fatto solo di corsa podistica, di ciclismo, nuoto, canottaggio, pugilato e poco altro. Gli impianti quasi inesistenti, ma tanti spazi verdi dove poter scatenare la propria gioventù.

A farmi conoscere la storia della società che amo, fu il libro di Mario Pennacchia che usci in edicola al prezzo di 500 lire, a luglio del 1969 e di cui conservo le due edizioni, quella pocket e quella rilegata con custodia e stampata in sole 3000 copie. Uscito in una versione aggiornata, “Lazio Patria Nostra”, negli anni novanta, grazie alla Lazio di Cragnotti. Un libro che ogni laziale dovrebbe avere nella propria libreria.

Avevo 15 anni e fui affascinato dal quelle foto ingiallite dei primi fondatori e dei pionieri dello sport. Delle storie di qualcuno di loro, che non sapranno mai quanto sia stata grande la loro voglia di sport e di calcio e di quanto grande sia diventata, grazie a loro, la Lazio. In questi 120 anni di storia e di gloria. Decine di migliaia di atleti hanno indossato i colori biancocelesti, nelle varie sezioni che di anno in anno sono cresciute di numero, fino a farla diventare la più grande polisportiva d’europa. Tante squadre e tanti atleti che hanno vinto titoli mondiali, olimpici, europei e nazionali e che hanno fatto avvicinare ed appassionare milioni di persone. Potrei citarvi tanti nomi e tante storie, ma dovrei copiare tutto il libro di Pennacchia, per non fare torto a nessuno. 120 anni d’amore per una storia infinita.

Una storia che va oltre tutto e tutti. Anche oltre chi con la Lazio non c’entra nulla e che fa una figuraccia quando la definisce lazietta, perché vuol dire che non ne conosce la storia e non la rispetta. Anche perchè questi colori ed il nostro simbolo, vengono indossati con onore ed orgoglio, da tanti ragazzi ancora oggi. La Lazio continuerà ad esserci anche oltre noi e questo pensiero mi conforta. Ci saranno ancora tanti innamorati dei colori biancocelesti a seguirne le gesta, ovunque ci saranno degli atleti con sul petto un’aquila e la scritta S.S.Lazio 1900.

Franco Capodaglio

Translate »