Lo Spettacolo di MAURIZIO BATTISTA e i suoi ’30 anni e non li dimostra’. Comicità Unica e Coinvolgente.

“Ridere non è solo contagioso, ma è anche la migliore medicina”, cosi recitava Robin Williams revisionando lo Spirito goliardico di Hunter ‘Patch’ Adams. Chi ama ridere apprezzando la vita di tutti i giorni prendendosi tutto quello che c’è di buono da essa, non può non assistere allo spettacolo di Maurizio Battista al Teatro Olimpico di Roma in ’30 anni e non li dimostra.’

Un Vero Mattatore che fa del suo modo simpatico e a volte ‘ingenuo’, per la sua semplicità comica, la vera forza motivante la quale trascina il pubblico presente in sala di tutte le età.

Uno Spettacolo con il quale Maurizio Battista ripercorre i suoi trent’anni di carriera, rivive l’Italia degli ultimi decenni, con i suoi vizi, le sue virtù e le sue mode. Parla della sua città, Roma sempre bistrattata e mal curata, ma bella, unica. Una città eterna paragonata alla perfezione di Milano ma che non ha il fascino di altre realtà presenti in Italia. Gioca sulle buche di Roma, i sanpietrini, l’immondizia, ma la difende a spada tratta da chi da le colpe solo ai sindaci per le situazioni attuali, sorvolando molte volte l’inciviltà del popolo stesso.

 

Musica, giochi, tecnologie, rapporti personali e mille altre situazioni della nostra vita, hanno subito dei cambiamenti epocali. Maurizio con la sua arguzia fa vedere come la nostra società si sia involuta o evoluta. Tanta nostalgia quando ripercorre la nostra vita dagli anni 70 e quanta rabbia nel vedere quello che lasceremo ai nostri figli, tra 40 anni, tutto con il sorriso e qualche lacrima.
E’ uno spettacolo in cui i suoi ricordi personali si fondono con quelli di tutti, evocando situazioni ed esperienze che ci hanno portato ad oggi. Come nella migliore tradizione italiana, il comico guarda le cose dal proprio angolo particolare, grazie alla capacità di cogliere il lato buffo delle cose e alla propria spiccata autoironia, confeziona uno spettacolo allegro, talvolta amaro, ma sempre molto divertente.

Ottima la scelta di farsi affiancare da una Bellissima e Simpaticissima Valentina Persia. Un leone di mamma, una forza della natura che con i suoi spaccati di vita e giocando sulla bellezza di Belen Rodriguez, prendendo in giro la donna della porta accanto, riesce a tenere il pubblico sempre sul pezzo e a non far sentire la mancanza di Battista lontano dal palco.

 

Oltre 1600 persone che restano incollate al proprio posto, nel ridere e divertirsi. La forza di Battista è il ‘giocare’ con i suoi ospiti ; li rende partecipi, ci scherza, ridendo lui stesso delle situazioni che vengono fuori.

Esilarante il tema che ripercorre le 3 ore di spettacolo : la differenza tra uomo e donna, o meglio da chi comanda e chi subisce. Battista gioca mettendo in mezzo la sua famiglia, la moglie Alessandra e la sua dolcissima bimba Anna, dimostrando umiltà e semplicità. E’ un uomo che sa cosa significa vivere e soffrire e forse è questo il suo segreto. Maurizio Battista riesce a farsi voler bene come se fosse uno di famiglia. Ribadisce molte volte di aver sempre detto tutto di se stesso, anche le cose scomode e intime proprio perchè considera il pubblico una parte integrante della sua vita definendo i presenti, la sua famiglia.

L’escalation del comico romano comincia a farsi sentire anche all’estero. Seguito in America e Turchia, passando dalla Germania e l’Inghilterra dimostra che l’italianità non è solo circoscritta in casa nostra, ma è internazionale e Battista incarna benissimo cosa significa essere Italiano, sopratutto un italiano ‘De Romaaa’.

Maurizio Battista sarà al teatro Olimpico di Roma fino al 12 Gennaio 2020. Se amiamo ridere di cuore ed essere felici nella semplicità, non possiamo rifiutare il contagioso invito di chi sa cosa significa Vivere nonostante tutto!

Translate »