Genoa-Ascoli di Coppa Italia. Gli uomini di Motta rischiano, ma passano. Ora c’è il Torino.

di Marco Rapo

Il Genoa vince 3-2 contro l’Ascoli e passa il turno di Coppa Italia, ora per il grifone ci sarà il Torino negli ottavi.
La partita.
Primo tempo noioso, l’Ascoli cerca di tenere il campo e si affida alle ripartenze di Ardemagni e Beretta, il Genoa dal canto suo effettua un infinità di passaggi nella mediana che non producono occasioni.
Al 14′ un incursione di Jagiello sulla destra porta in vantaggio il Genoa che al centro dell’area pesca Pinamonti che mette alle spalle del portiere ascolano. Il Genoa potrebbe raddoppiare, ma Cassata si divora un gol a pochi passi dalla porta.
Il secondo tempo inizia bene per l’Ascoli, che al 48′ pareggia con Beretta in contropiede. Al 68′ l’Ascoli si porta addirittura in vantaggio, incursione sulla destra, saltato Agudelo e palla messa in centro, Criscito con una sfortunata deviazione mette alle spalle di Jandrei.
Al 72′ il capitano rossoblù si fa perdonare e sigla il pareggio del 2-2 imbeccato da Pajač di prima intenzione batte il portiere. Il controsorpasso genoano è firmato da Pinamonti che piazza con un bel destro la palla del 3-2.
L’Ascoli ha giocato la sua onesta partita ed ha sfiorato il colpaccio in un Ferraris semi deserto. Il Genoa ha faticato e non poco a trovare le reti che l’hanno poi portato al successo finale, l’ingresso di Pandev ha portato più vivacità agli attacchi Genoani, mentre a centrocampo hanno deluso Pajač e Cassata.
Per l’Ascoli bene Troiano che ha diretto bene e con esperienza la difesa ascolana.

Translate »