Quante Polemiche dopo Liverpool-ManCity. Mourinho contro i Reds e l’arbitro Oliver

Nello storico stadio di Anfield si è concluso lo scontro tra due delle squadre più forti della Premier League: Liverpool e Manchester City. Lo scontro è stato duro e non senza polemiche, un 3-1 che porta il team di Jürgen Klopp a consolidare la sua posizione in testa al campionato, lasciando il City di Guardiola con tanto rancore nei confronti di un arbitraggio sospetto.

Le critiche rivolte all’arbitraggio hanno origine a partire dall’identità del direttore di gara, Michael Oliver. Arbitro che venne preso di mira tempo fa da Buffon dopo il rigore concesso al Real Madrid nel 2018 (famosa la frase sulla “pattumiera al posto del cuore” costata al Portiere campione del mondo una sanzione della Commissione disciplinare);

Un polverone mediatico che ha visto grandi nomi del calcio dire a loro, tra questi Josè Mourinho che ha esortato il City ad andare avanti e rimettersi al lavoro, perché “Tutti sanno quanto sia forte il Liverpool. Credo che Manchester sia una città troppo bella per piangere un’intera settimana per un episodio.”

Liverpool (4-3-3): Alisson 6,5; Alexander-Arnold 6,5, Lovren 7, van Dijk 7, Robertson 7; Henderson 6,5 (60′ Milner 6), Fabinho 7, Wijnaldum 6,5; Salah 7 (87′ Gomez sv), Firmino 6 (78′ Oxlade sv), Mané 7. All. Klopp 7,5

Manchester City (4-3-3): C. Bravo 6; Walker 5,5, Stones 5, Fernandinho 5,5, Angelino 5; Rodrigo 5,5, Gundogan 5, De Bruyne 6; B. Silva 6, Aguero 5 (70′ G.Jesus 5,5), Sterling 6. All. Guardiola 5,5

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: