Furmula 1, Hamilton sbaraglia tutti i record e si laurea Campione del Mondo per la sesta volta

Lewis Hamilton si è laureato per la sesta volta campione del mondo di Formula 1. Il pilota della Mercedes si è piazzato al secondo posto nel Gp degli Stati Uniti, disputato sul circuito di Austin, alle spalle del compagno di scuderia Valtteri Bottas, che gli ha cercato ed ottenuto il successo a pochi giri dalla fine. Completa il podio l’olandese Max Verstappen, sulla Red Bull. Quarta la Ferrari di Charles Leclerc. Ritirato, invece, Sebastian Vettel a causa di una rottura alla sospensione anteriore durante il corso dell’ottavo giro. A zona punti, anche Alexander Albon, Daniel Ricciardo, Lando Norris, Carlos Sainz, Nico Hulkenberg e Daniil Kvyat.

Hamilton quindi si conferma tra i più grandi di sempre: superato Juan Manuel Fangio, davanti c’è solo Michael Schumacher con sette Campionati Mondiali. Un’ascesa incredibile, costante e martellante, grazie al passaggio alla Mercedes, con la quale ha centrato quattro degli ultimi cinque campionati. La Ferrari invece prosegue la corsa al Campionato Mondiale fatto di errori, da muretto, strategie sbagliate, errori dei piloti e anche un pizzico di umiltà che manca ormai dal 2007, quando fu Kimi Raikkonen a portare il titolo piloti a Maranello. A Stoccarda, invece, si festeggia. Si festeggia un nuovo titolo che mette la Mercedes sul tetto mondiale per un altro anno, ma soprattutto si festeggia la tanta voglia di fare che premia gli sforzi con obiettivi che nessuno, per il momento è in grado di eguagliare. Di seguito tutti i record del Hamilton con l’ultima Vittoria di Austin :

– 11 vittorie nel 2019: dal 2013 in poi, il campione del mondo ha sempre ottenuto almeno 9 vittorie nel corso dell’anno.

– In precedenza, il titolo piloti è stato assegnato negli USA nel 1959 (Jack Brabham, Sebring); 1970 (a Watkins Glen matema6camente a Rindt, deceduto a Monza); 1974 (Emerson Fittipaldi, Watkins Glen); 1977 (Niki Lauda, Watkins Glen); 2015 (Lewis Hamilton, Austin).

– Per la 10^ volta il mondiale viene assegnato nel mese di novembre. Hamilton ne ha già vin6 due in questo mese: 2008 (il primo per lui, il 2 novembre) e 2014 (il secondo, il 23 novembre). In precedenza, il titolo è stato assegnato il 3 novembre nel 1968 a Città del Messico (Graham Hill).

 Sesto Mondiale, uno più di Fangio (1951, 1954 > 1957), davanti a lui solo Schumacher (7). A 34 anni 9 mesi e 27 giorni è di soli 18 giorni più anziano rispettoso a quando Schumacher ottenne il suo sesto 6tolo (12 ottobre 2003: 34 anni 9 mesi 9 giorni).

È l’unico pilota nella storia con due titoli distanziati di 11 anni (2008-2019): batte il record di Schumacher (1994-2004: 10).

 Il confronto con Vettel, dominatore degli ultimi 4 mondiali dell’era aspirata: negli ultimi sei anni, cinque mondiali per Hamilton e solamente 14 vittorie per Vettel (61 GP vinti nell’era Turbo/Hybrid invece per Hamilton).

– Porta il 19° mondiale alla Gran Bretagna, la nazione più vincente della storia. Per il dodicesimo anno consecutivo il campione del mondo di F1 è tedesco o inglese (piloti

presenti in questa sequenza, iniziata nel 2008: Hamilton, BuItton, Vettel, Rosberg).

– Per la 36^volta nella storia, il vincitore del campionato non è colui che ha vinto la prima gara stagionale.

– Per la 5^volta negli ul6mi 7 anni, il pilota secondo classificato nel GP d’apertura vince il titolo (2013, 2014, 2017, 2018, 2019: negli ultimi 4 casi si tratta proprio di Hamilton.

– Il suo massimo distacco dal vertice del campionato quest’anno è stato di 8 punti dopo il GP d’Australia.

– 22 anni fa (1997) l’ultimo campione del mondo non britannico, tedesco, spagnolo o finlandese (J. Villeneuve).

– Per l’11° anno consecutivo, il team con più vittorie (*) vince il mondiale piloti. La sequenza è iniziata nel 2009. Nel 2008 la Ferrari vinse 8 gare, ma il campione fu Hamilton, con la McLaren, che quell’anno ottenne 6 successi (5 di Hamilton, 1 per Kovalainen).

 8° titolo piloti alla Mercedes (5 Hamilton, 1 Rosberg, 1 Fangio, più uno di Fangio nel

1954, quando l’argentino corse 2 gare con la Maserati).

 La Mercedes diventa il primo team nella storia a conquistare 6 titoli piloti consecutivi (2014- 2019), battendo la sequenza record della Ferrari (2000-2004).

 Mercedes quest’anno è già diventata il primo team ad ottenere 6 doppiette consecutive piloti/costruttori dopo il GP del Giappone, quando la lotta per il titolo piloti si è aritmeticamente ristretta ai soli piloti Mercedes.

– Negli ultime 10 stagioni i titoli piloti sono stati vinti solo da due team: Red Bull (4 dal 2010 al 2013) e Mercedes (2014-2019). Nella storia della F1 era già accaduto dal 1984 al 1993, quando vinsero solo McLaren (7 volte) e Williams (3).

– Hamilton è il secondo pilota con 5 titoli per un solo costruttore (Mercedes) dopo Schumacher, che ottenne 5 mondiali con la Ferrari.

– Questo è il 12° Mondiale piloti per la Mercedes come motorista.

Translate »