Thiago Motta rialza il Genoa. Ottimo nei cambi, preciso nella preparazione. La Nord contesa Preziosi

Partita dalle mille emozioni quella giocata stasera al Luigi Ferraris. In campo si affrontano Genoa e Brescia che vogliono entrambe incamerare punti preziosi per la salvezza.
Thiago Motta schiera negli undici titolari il tedesco di origine turca Gumus, fino a ieri tenuto sempre fuori da Andreazzoli, mentre Corini si affida a Balotelli lasciando fuori Donnarumma.
Il Brescia passa al 34′ con una gran punizione di Tonali che trova però Radu impreparato. Il Genoa reagisce ma l’unica occasione del primo tempo è un tiro debole di Gumus parato a terra dal portiere bresciano.
Tutt’altra partita i secondi 45 minuti, dove Thiago Motta azzecca tutti i cambi. Escono Gumus e Lerager ed entrano Agudelo (Colombiano mai utilizzato da Andreazzoli) e Kouame. Proprio Kevin Agudelo pareggia per il Grifone che irrompe in area ed insacca al 21′ della ripresa. Il Genoa raddoppia alla mezz’ora con una girata di Kouame su cross di Ghiglione, il 3-1 finale lo firma il subentrato Pandev con un eurogol tutto in velocità.
Il nuovo Genoa di Thiago Motta quindi ha dato i primi frutti, tre punti che permettono, momentaneamente, di essere al di sopra del terz’ultimo posto in classifica.
Da registrare lo sciopero di 10 minuti della Gradinata Nord che è rimasta vuota per via della contestazione al presidente Preziosi.

(Marco Rapo)

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: